La Festa del Lardo è quest’anno davvero per tutti i palati

Per la prima volta anche i celiaci potranno partecipare alla sagra e gustare le prelibatezze proposte. In collaborazione con l'AIC - Associazione Italiana Celiachia Piemonte Valle d'Aosta - Onlus, saranno disponibili piatti e birra senza glutine.
Società

Come da ormai 41 anni sarà da giovedì prossimo, 26 agosto, l’intero paese di Arnad a mobilitarsi per accogliere i migliaia di visitatori che arriveranno per gustare il famoso Dop valdostano. Sono infatti ben 350 i volontari che per quattro giorni si metteranno al lavoro per accontentare tutti. E quest’anno il Comitato organizzatore della sagra ha fatto uno sforzo in più per soddisfare, è proprio il caso di dirlo, davvero tutti i palati.
Per la prima volta infatti anche i celiaci potranno partecipare alla sagra e  gustare le prelibatezze proposte. In collaborazione con l’AIC –  Associazione Italiana Celiachia Piemonte Valle d’Aosta – Onlus, saranno disponibili durante i quattro giorni di iniziative piatti senza glutine.
Tutti i piatti presenti nel menù (ad eccezione della minestra d’orzo), saranno preparati anche senza glutine da un cuoco autorizzato dall’Associazione Celiaci. Inoltre, su richiesta sarà possibile sorseggiare anche una birra senza glutine.

“Siamo molto sensibili a questa problematica – ha spiegato il Presidente del Comitato, Lorenzo Borettaz  – e quest’anno abbiamo deciso quindi di aprire la nostra festa anche ai celiaci. Per non farli sentire diversi dagli altri inoltre si metteranno come tutti in coda e arrivati al ristorante i piatti preparati per loro”.

La sagra del lardo da quest’anno sarà inoltre sempre più a portata di bambini. Nell’area sportiva sarà infatti allestito un parco giochi recintato e illuminato con animazione a cura della ludoteca. Inoltre per il terzo anno consecutivo ritorna la mostra degli animali domestici  dotata di un percorso illuminato per avvicinare grandi e piccoli a capre, pecore, cavalli e mucche.
Altra chicca di questa edizione è il gelato artigianale a km zero ovvero preparato con soli prodotti reperiti in loco: latte del caseificio, miele, castagne e mirtilli.

Sul fronte delle iniziative collaterali continua la collaborazione della Sagra con slow food che proporrà come ormai da 6 anni dei laboratori del gusto con la possibilità per i partecipanti di gustare un piatto preparato con il Lardo d’Arnad da uno Chef stellato Michelin. (Prenotazioni al 349.4230430).  Altre degustazioni guidate sono in programma nell’ambito dell’incontro con il giornalista tv e critico gastronomico Edoardo Raspelli, sabato 28 agosto al Forte di Bard. Dalle 10 nella sala conferenze Archi Candidi, si terrà la conferenza promossa dalla Camera Valdostana e dall’Associazione Forte di Bard, che vedrà la presenza oltre a Raspelli dell’Assessore all’Agricoltura, Isabellon, di Nicola Rosset, membro della giunta della Chambre Valdôtaine, dellapresidente nazionale dell’Onas Bianca Piovano e del presidente dell’Associazione Viticulteurs Encaveurs, Vincent Grosjean. A seguire, dalle 11.30 alle 14.00, il ristorante La Polveriera, all’interno del Forte, accoglierà l’iniziativa “Assaggiare per conoscere”, degustazioni guidate dall’Onas, per conoscere alcuni salumi valdostani e piemontesi: il Lardo d’Arnad Dop, il Jambon de Bosses Dop, la Mocetta, il teteun, il Boudin, il Crudo di Cuneo Dop, il Salame Piemonte Dop (transitoria), il Salame cotto Cuneo.

Infine come tradizione musica e teatro allieteranno la Sagra che gli organizzatori sperano possa confermare le 42mila presenze registrate l’anno scorso dal conta persone installato dalla Gps Standard.

Il programma completo della sagra: http://www.festalardo.it

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte