La PilaSkyRace World Cup agli spagnoli

Kilian Jornet Burgada e Mireia Miro Varala sono i due vincitori, rispettivamente per la gara maschile e femminile, la tre giorni di alpinismo mondiale che ha toccato le nevi di Pila. Protagonista anche il freddo con temperature a -24 gradi.
Pila Skyrace
Società
Si è chiusa con la vittoria degli spagnoli Kilian Jornet Burgada e Mireia Miro Varala la tre giorni di alpinismo mondiale che ha toccato le nevi di Pila. I due spagnoli hanno dominato le giornate di sabato, la gara notturna, e di domenica. Oltre agli avversari gli atleti in gara hanno dovuto fare i conti con il freddo polare che ha costretto anche l’organizzazione a tagliare la parte più in alto del percorso, il tratto in cresta esposto all’aria gelida, con temperature arrivata a -24°. In molti hanno sofferto la situazione. La PilaSkyRace World Cup ha comunque tenuto, il bel tempo ha accompagnato le gare. A chiudere la tre giorni è stata la gara pursuit open, a aprire la kermesse è stata invece la nuova formula di gara sprint dove il valdostano Denis Trento ha dominato. Sabato però si è svolta la gara più suggestiva, quella in notturna, che è stata anche quella che ha determinato il podio finale. Qui la gara è stata davvero avvincente e spettacolare e soprattutto combattuta fino alla fine. A salire sullo scalino più alto del podio è stato Jornet Burgada che così si è aggiudicato i primi preziosi punti di Coppa del Mondo. Secondo è stato Florent Troillet, e sul terzo scalino del podio l’altoatesino Manfred Reichegger.
Nella seconda giornata nel femminile la spagnola Mireia Miro Varela, miss europea di skialp, è volata sulle ripide salite, ma anche in discesa e la sua vittoria è stata indiscussa. Bene anche Roberta Pedranzini, giunta seconda. Terzo posto invece per Laetitia Roux, la dominatrice della “Coppa” 2009.

Venerdì, giorno di apertura della PilaSkyRace, la gara formula “sprint” mutuata dallo sci di fondo, è piaciuta, così come l’intera kermesse. Il percorso è stato ripreso in diretta dalle telecamere di Rai Sport. Ad Aosta in piazza chanoux gli chalet hanno rappresentato un’occasione per conoscere nuovi materiali e strumenti per gli amanti della disciplina, mentre sul palco coperto il maxischermo ha seguito in diretta alcuni momenti di questa avvincente tre giorni.

Approfondimenti, classifiche e immagini su: www.pilaskyrace.com

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte