La ‘Storia di uno 007 italiano’ raccontata dall’agente ‘Betulla’

Nell'ambito della conferenza 'Le peripezie di un giornalista diventato agente segreto', organizzata dal Consiglio regionale della Valle d'Aosta, Renato Farina ha presentato ieri sera il libro che porta la sua firma.
Renato Farina
Società
"Ho sempre sentito di dover vivere il mestiere di giornalista con un totale coinvolgimento con la realtà”, senza limitarsi a “guardare dal balcone”, racconta in apertura Renato Farina mentre introduce le vicissitudini che, nel corso della sua carriera di giornalista, l’hanno portato a compiere le scelte costategli nel 2007 la condanna per favoreggiamento e la radiazione dall’albo dei giornalisti a seguito del suo coinvolgimento con il Sismi nel contesto del caso Abu Omar (l’Imam sequestrato a Milano dagli agenti della Cia).  
L’agente "Betulla", spiega di aver richiesto su suggerimento degli avvocati il patteggiamento per evitare di prolungare i tempi di un processo che si sarebbe protratto comunque oltremodo nel tempo. Nello stesso periodo, l’ordine dei giornalisti lombardo lo sospende dal servizio per un anno tenendo già in considerazione l’elevato prezzo pagato dal giornalista in termini di immagine, sanzione ritenuta ancor più grave della pena inflittagli, “si vive di reputazione”, sottolinea  Farina, che a seguito del provvedimento si dimette. Tuttavia la Procura di Milano impugna la sentenza della sospensione giudicandola inadeguata e il  consiglio nazionale lo radia dall’albo.
In “Renato Farina  Alias agente Betulla – Storia di uno 007 italiano” l’autore si concede la possibilità di raccontare la propria verità, “Rivendico il mio modo di intendere la professione” spiega, aprendosi ad un punto di vista dettagliato, raccontando con dovizia di particolari la traversie che l’hanno visto protagonista in questi anni, lasciando affiorare la panoramica del delicato equilibrio tra apparati di potere e informazione.
 
Renato Farina ha scritto diversi libri, ha fondato nel 2000 il quotidiano “Libero” insieme a Vittorio Feltri, ha partecipato ad alcuni programmi televisivi, ed è deputato dalle elezioni politiche dell’aprile 2008. E’ stato allievo di don Luigi Giussani ed è stato per lungo tempo a seguito di Papa Giovanni Paolo II durante i suoi viaggi. Oggi Farina collabora ancora con “Libero” in qualità di opinionista.

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte