Società

Ultima modifica: 16 Giugno 2019 18:52

Legambiente premia il progetto boudzaté. Bandiera nera alla Giunta regionale

Aosta - L’altra bandiera verde va al comune di Chamois, che si sta impegnando nella progettazione di una Comunità energetica oil free.

Daniele ValletDaniele Vallet

È ancora una volta il Governo regionale ad aggiudicarsi la bandiera nera di Legambiente. L’annuale ‘carovana’ dell’associazione ha assegnato 17 bandiere verdi, due in più rispetto all’anno scorso, e 8 bandiere nere, contro le 6 del 2018. Il dossier è stato presentato oggi a Valdieri (Cuneo).

Alla Giunta regionale viene contestato di aver fatto propria, attraverso atti pubblici e amministrativi, la scelta di collegamento intervallivo tra la Valtournenche e la Val d’Ayas attraverso il Vallone delle Cime Bianche.

Due le bandiere verdi assegnate in Valle d’Aosta. Premiato il progetto “Boudzaté” ideato e proposto da Daniel Vallet e sperimentato nel Comune di Charvensod, per incentivare la mobilità sostenibile casa/lavoro/casa.

L’altra bandiera verde va al comune di Chamois, unico comune italiano non raggiunto dalle auto che si sta impegnando nella progettazione di una Comunità energetica oil free producendo in modo autonomo e principalmente da fonti rinnovabili.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>