Mobilitazione su Facebook: una colletta per Cleto Benin

E' nato un gruppo che ironizza sulla richiesta, da parte dell'ex titolare di Eurotravel, di integrare l'assegno di mantenimento di 1500 euro mensili perché "insufficiente per condurre un'esistenza libera e dignitosa".
Cleto Benin
Società
Non è andata giù a molti l'ultima dichiarazione di Cleto Benin, ex titolare del tour operator "Eurotravel" e consigliere regionale del Popolo della Libertà, componente della "Commissione regionale sviluppo economico". La richiesta, avanzata presso il tribunale di Aosta, di aumentare l'assegno di mantenimento, fermo a 1500 euro, ''per vivere dignitosamente e assicurare a sé e alla sua famiglia un'esistenza libera e dignitosa'', ha provocato una piccola sollevazione popolare via Facebook.
 
E' nato infatti il gruppo ''Facciamo una colletta per Cleto che non riesce a vivere con 1.500 euro al mese'', che conta al momento attuale una cinquantina di iscritti. I commenti scritti in bacheca, generalmente, pongono l'accento sul costo della vita e sullo stipendio dei comuni lavoratori, sovente inferiore ai 1500 euro considerati insufficienti da Benin. La solidarietà dei membri del gruppo di Facebook va invece al centinaio di ex dipendenti di Eurotravel, vittime del fallimento aziendale.
 
La sua richiesta è sembrata eccessiva a molti, anche alla luce dell'indagine ancora in corso, riguardante il fallimento della ditta e le eventuali responsabilità dell'imprenditore valdostano. Il giudice che sta curando la procedura fallimentare ha bloccato lo stipendio da consigliere regionale di Benin, pari a 7.200 euro al mese, riducendolo a 1500 euro, per tentare di coprire in piccola parte le perdite del tour operator, che ammontano a 125 milioni.

 

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte