Monterosa Sky: due nuovi impianti per dare nuove risposte alla clientela del comprensorio

La nuova 'funifor' funivia con due funi portanti e una traente Passo dei Salati-Indren e la nuova funicolare Frachey-Ciarcerio sono le novità per la stagione invernale 2009-2010 annunciate in una nota dalla Monterosaski.
Società
La Monterosa Ski anticipa le novità della prossima stagione invernale 2009-2010: si tratta delle funive funivor Passo dei Salati –Idren e la funicolare Frachey Alpe Ciarcerio i due impianti che daranno nuove risposte alla clientela del comprensorio.  
Il nuovo impianto di collegamento Passo dei Salati – Indren percorrerà una distanza il linea d’aria di 1582 metri. Partirà dai 2970 metri del Passo dei Salati per raggiungere in 4 minuti e 54 secondi i 3275 metri del Ghiacciaio di Indren. Viaggerà alla velocità di 10 metri al secondo. Trasporterà 740 persone all’ora con 2 veicoli da 60 posti in piedi l’uno.
“L’impianto – specifica una nota della Monterosa sky – seguirà un nuovo percorso, mai tracciato prima da un impianto di risalita e percorrerà su territorio valdostano il perimetro di confine con il lato piemontese del comprensorio”. Il Funifor di Indren è in costruzione dal giugno 2006 per un investimento complessivo di 17.224.000 € finanziato al 100 % dalla Regione.

La seconda novità, la funicolare Frachey Alpe Ciarcerio, per la quale fervono i lavori, andrà a sostituire la seggiovia due posti in attività dal 1978.
Viaggerà su un percorso rettilineo con una lunghezza sviluppata di 797 metri, senza fermate intermedie e con un tempo di percorrenza di circa 2 minuti e 30 secondi, ad una velocità di crociera di 7 metri al secondo.
La nuova tratta verrà inaugurata nel corso della stagione 2009-2010 e rappresenterà la prima funicolare valdostana dedicata allo sci. L’impianto sarà equipaggiato di 2 vetture in grado di trasportare, ciascuna, 110 persone.

 
Avrà una portata oraria di 1500 persone all’ora – dicono dalla Monterosa Sky – e potrà svolgere anche attività notturna, rendendo accessibile anche ai romantici viaggiatori della notte l’accesso all’area dell’Alpe Ciarcerio e dintorni”.Porterà i visitatori dai 1617 metri del punto di arroccamento di Frachey ai 1981 metri di quota dell’Alpe Ciarcerio.Potrà raggiungere la velocità massima di 8 metri al secondo. Anche in questo caso è la Regione a coprire il costo pari a 12milioni e 300mila euro.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte