Nasce il CAOS, un servizio di ascolto per gli studenti

Uno spazio di confronto e di riflessione per gli studenti. L'Università della Valle d'Aosta ha avviato un nuovo servizio, il CAOS, ovvero il Centro di ascolto e orientamento per tutti coloro che sentano il bisogno di fare...
Società

Uno spazio di confronto e di riflessione per gli studenti. L’Università della Valle d’Aosta ha avviato un nuovo servizio, il CAOS, ovvero il Centro di ascolto e orientamento per tutti coloro che sentano il bisogno di fare il punto della situazione riguardo al proprio percorso di studi, ai progetti professionali e di vita.
Alla presentazione del servizio erano presenti il pro rettore Elena Cattelino, la referente dell’ufficio orientamento e tutorato dell’ateneo Francesca Pica, il delegato del rettore per l’orientamento Luca Scacchi e lo psicologo consulente addetto al servizio medesimo, Riccado Garofalo.

?Il CAOS – ha commentato in conferenza stampa il Pro rettore Elena Cattelino è pienamente in linea con gli obiettivi dell’Università: anche in virtù delle piccole dimensioni dell’ateneo, intendiamo considerare i nostri studenti, come sostiene anche la nostra recente campagna promozionale, come persone e non semplicemente come matricole?.

L’obiettivo principale di CAOS è quello di sostenere gli studenti nella scelta del percorso di studi e professionale e nella gestione delle problematiche legate alla transazione verso la vita adulta.

Gli studenti potranno contattare, in forma assolutamente gratuita e anonima, lo psicologo Riccardo Garofalo, che offrirà consulenza e ascolto. Tra le molteplici possibilità offerte dal servizio, i colloqui telefonici, le consulenze via mail, gli incontri individuali o di gruppo e i gruppi di formazione e confronto.

?Non è un servizio psicoterapeutico o diagnostico, ma rappresenta un momento di chiarificazione e espressione di eventuali disagi, difficoltà o semplicemente incertezze? ha sottolineato Luca Scacchi, delegato del rettore per l’orientamento. ?Cercheremo, anche attraverso questo canale, – ha proseguito Scacchi – di prevenire l’abbandono universitario e di aiutare gli studenti ad approdare serenamente al mondo del lavoro, in un’ottica di benessere ed evoluzione personale?.

La sede decentrata dell’ex Hotel Ambassador, ad Aosta, Via Duca degli Abruzzi 4, è stata scelta per ospitare il servizio, in quanto scarsamente frequentata, e più adatta ad accogliere in forma anonima l’utenza.
Nell’ufficio del CAOS gli studenti potranno trovare lo psicologo Riccardo Garofalo, specializzato in consulenze e percorsi di miglioramento (counselling e coaching), contattabile tramite mail (caos@univda.it) o telefono (0165-305368).
La posta elettronica e la segreteria telefonica dello psicologo saranno consultabili solamente da lui stesso, e protette da segreto professionale.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società