Nuovo gruppo di lavoro per la digitalizzazione della Valle d’Aosta

Prosegue in Valle d'Aosta il processo di digitalizzazione e , dopo il passaggio alla tecnologia digitale di RAI 2 e RETE 4 ad Aosta e in altri sedici comuni limitrofi tra il 15 e 16 aprile scorsi, la Giunta regionale ha ora deciso di...
Società

Prosegue in Valle d’Aosta il processo di digitalizzazione e , dopo il passaggio alla tecnologia digitale di RAI 2 e RETE 4 ad Aosta e in altri sedici comuni limitrofi tra il 15 e 16 aprile scorsi, la Giunta regionale ha ora deciso di creare un gruppo di lavoro con il compito di redigere un piano attuativo per il completamento della digitalizzazione sul territorio regionale. Faranno parte del gruppo un rappresentante del Dipartimento sistema informativo, del Dipartimento territorio, ambiente e risorse idriche, del CO.RE.COM, delle Comunità Montane, del Ministero delle Comunicazioni, con funzioni di supervisione delle attività del gruppo di lavoro, dell’Associazione DGTVi, e della RAI.
Entro la fine del 2007, il gruppo di lavoro dovrà indicare le azioni necessarie per arrivare al definitivo superamento della tecnologia analogica su tutto il territorio regionale, così come previsto dal protocollo di intesa siglato dalla Regione con il Ministero delle Comunicazioni il 22 giugno 2006.
Sempre nel quadro delle azioni di promozione dell’innovazione nella nostra regione recentemente è stato, inoltre, siglato un protocollo di intesa con Telecom Italia SpA con l’obiettivo di ampliare i servizi a banda larga nei Comuni della Valle d’Aosta.

?Con la televisione digitale ed internet ad alta velocità – sottolinea l’Assessore del Bilancio, Finanze, Programmazione e Partecipazioni regionali, Aurelio Marguerettaz, in una nota – la Valle d’Aosta è entrata di diritto nell’era digitale. La convergenza tra queste due tecnologie è il futuro delle comunicazioni e permetterà di sviluppare nuovi servizi ad alto potenziale anche per gli utenti della pubblica amministrazione, dando centralità ai cittadini nei processi amministrativi e migliorando i rapporti tra questi e le pubbliche amministrazioni. Tale progetto è in linea con le linee strategiche del Ministero delle Comunicazioni e dei conseguenti progetti di investimento che hanno come obiettivo la diffusione di questa nuova tecnologia, secondo le direttive europee, nel territorio italiano per giungere quanto prima ad una nuova televisione accessibile a tutti?.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società