Palaghiaccio, Comune e gestori hanno trovato l’accordo per salvare la stagione

“Abbiamo avuto un incontro nel pomeriggio – ha spiegato l’assessore allo Sport, Patrizia Carradore – è stato trovato un accordo e possiamo assicurare che in brevissimo tempo la struttura avrà il Certificato Prevenzione Incendi necessario per riaprire.
Palaghiaccio di Aosta
Società

Avrebbero dovuto riaprire ieri, per prepararsi a ospitare una programmazione estiva ricca di eventi e di personaggi di spicco del pattinaggio internazionale, e invece le porte del Palaghiaccio di Aosta sono rimaste chiuse.

Secondo la società Living Srl, attuale gestore della struttura, la riapertura estiva è stata rinviata “in attesa del Certificato Prevenzione Incendi, di cui lo stesso impianto è purtroppo sprovvisto”. La società dichiara di aver “sollecitato il Comune di Aosta, a più riprese già nell’anno 2010, non trovando alcuna risposta concreta”, e di aver quindi deciso di chiudere “nonostante gli ingenti investimenti effettuati per il rilancio del Palaghiaccio”.

A sentire l’amministrazione comunale, però, la situazione è più complessa. “Abbiamo avuto un incontro nel pomeriggio – ha spiegato l’assessore allo Sport, Patrizia Carradore – perché c’erano diverse questioni sulle quali discutere: alla fine è stato trovato un accordo e possiamo assicurare che in brevissimo tempo, al massimo una decina di giorni, la struttura avrà il CPI necessario per riaprire”.

Tutto risolto? Per il momento pare di sì, anche se sul tavolo rimangono diversi interrogativi. L’occasione per un ulteriore chiarimento si presenterà comunque domani pomeriggio, quando i gestori risponderanno alle domande dei giornalisti locali in una conferenza stampa organizzata presso il Bar del Palaghiaccio.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte