Partita la stagione dello sci anche nelle località a sud del capoluogo

La situazione degli impianti e tutte le promozioni per l'inizio stagione e il periodo di Natale dal Monte Avic alla Valgrisenche. La pioggia e le temperature miti non sembrano aver demoralizzato gli operatori turistici dei comprensori minori.
Società

Stagione sciistica avviata anche nei comuni montani a sud del capoluogo. Tante le promozioni e le iniziative per attirare il turismo invernale nei comprensori minori della Valle. La pioggia e le temperature miti seguite all’abbondante nevicata di inizio settimana non sembrano aver demoralizzato gli operatori turistici; le condizioni quasi primaverili, favorendo il ciclo di fusione rigelo, garantiscono la stabilizzazione del manto nevoso e la progressiva diminuzione del rischio valanghe.

A Champorcher la stagione è iniziata già dall’ultimo week-end di novembre. L’innevamento in quota supera il metro d’altezza e la neve, asciutta e compatta, non ha risentito delle piogge che qui non sono proprie arrivate. Superata la delusione per l’assenza della Nazionale Azzurra di Sci che era attesa proprio in questi giorni per gli allenamenti presso la nuova pista Stadio Slalom, ora la stazione punta tutto sul passaparola dei frequentatori che fanno conoscere le bellezze del luogo, con skipass offerto, nei giorni feriali, per chi porta un amico a sciare con se.

Tutto aperto a Cogne, dove il fascino del Gran Paradiso e del caratteristico borgo non smettono di attirare turisti per il lungo ponte dell’Immacolata e per le festività natalizie. Apertura rinviata invece per la seggiovia biposto di Valsavarenche dove un guasto all’ultimo momento dell’impianto di innevamento artificiale ha costretto il gestore a rinviare l’apertura alle festività natalizie. Intanto lo ski club locale punta tutto sul fondo, con “Baby corsi” per bambini dai 3 ai 10 anni.

In Valgrisenche un indaffaratissimo Angelo Mois, direttore delle piste garantisce: “Stagione ben avviata, tutti aperti i circa 6Km di piste e neve veramente bella!” Il fitto calendario di appuntamenti prevede a partire da Natale fiaccolate, gare di slalom e numerose convenzioni con le strutture ricettive. Aperti da oltre una settimana anche gli impianti di risalita e lo snow park in Val di Rhemes, dove gli operatori hanno pensato alle tasche di chi sceglie questa località per le vacanze invernali, con pranzo offerto per chi scia (presso le strutture convenzionale, esibendo un abbonamento giornaliero) e skipass omaggio per chi soggiorna almeno due notti presso le strutture alberghiere della valle. Un’iniziativa che certo non tarderà ad attirare l’attenzione delle famiglie in tempi di crisi.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte