Raggiunto il quorum dei votanti ad Ayas con il 51,72%.

Può per il momento tirare un sospiro di sollievo la lista ?Democrazia, Trasparenza e Partecipazione? capeggiata da Giorgio Munari che si è presentata ieri alle urne per il rinnovo del sindaco, vice sindaco e del consiglio...
Società

Può per il momento tirare un sospiro di sollievo la lista ?Democrazia, Trasparenza e Partecipazione? capeggiata da Giorgio Munari che si è presentata ieri alle urne per il rinnovo del sindaco, vice sindaco e del consiglio comunale di Ayas.

La sola lista presente a queste consultazioni aveva infatti una prima barriera da abbattere, l’affluenza alle urne che doveva raggiungere il 50% più uno degli elettori per essere valida.
E seppur con qualche fatica, il risultato è stato centrato.

Alla chiusura delle urne, ovvero alle 22, avevano votato il 51,72% dei votanti.
Attesa snervante per i protagonisti fino all’ultimo, alle 19 infatti si era ancora ben lontani dal limite richiesto con il 40,45% dei votanti.

Munari e compagni devono ora aspettare di conoscere le indicazioni dei votanti, infatti i candidati a sindaco e vice sindaco risulteranno eletti se avranno ottenuto un numero di voti validi superiore al 50% dei votanti.
Altrimenti il Comune tornerà ad essere amministrato dal Commissario nominato dalla Giunta regionale in attesa di nuove elezioni.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società