Saint-Marcel abbatte le barriere architettoniche sul territorio

Regione e comune siglano l'accordo di programma 'Saint-Marcel accessibile' che, con una spesa di 175mila euro, prevede interventi sul territorio che elimineranno le barriere architettoniche a favore degli utenti della casa domotizzata.
La casa domotica di Saint-Marcel
Società
La riqualificazione del Centro agricolo dimostrativo regionale di località Lillaz, e dell’area verde di località Sinsein, oltre alla realizzazione di opere direttamente finalizzate al superamento e all'eliminazione delle barriere architettoniche in edifici e luoghi pubblici e privati ubicati nel comune di Saint-Marcel, sono gli interventi alla base dell’accordo di programma denominato “Saint-Marcel accessibile", che sarà siglato tra il Presidente della Regione, Augusto Rollandin, e il Sindaco del Comune di Saint-Marcel, Roberto Cretier, venerdì 24 ottobre, nella sala Giunta di Palazzo regionale ad Aosta.
Gli interventi, la cui spesa prevista è di 175.000 euro, di cui 150.000 a carico della Regione e 25.000 a carico del Comune di Saint-Marcel, serviranno a rendere accessibili alcuni siti e aree pubbliche del Comune. In particolare, si tratta di un atto che permetterà di migliorare l’accessibilità degli spazi comuni e la qualità della vita degli utenti della comunità alloggio per disabili fisici, interamente domotizzata, che ha sede in località Prélaz n. 60, a Saint Marcel.  La casa domotizzata, che è stata inaugurata nello scorso mese di aprile, è stata realizzata dalla Regione di concerto con l’Amministrazione comunale di Saint-Marcel e in attuazione del Piano per la salute ed il benessere sociale 2006/2008.
 
La struttura ad oggi ha ospitato, per diversi periodi che sono andati da tre giorni a tre mesi, tre persone, oltre visite giornaliere di una decine di persone. La filosofia della struttura è infatti quella di ospitare per periodi definiti persone disabili con diverse necessità, in modo tale che prendano visione delle tecnologie e accorgimenti studiati per i portatori di handicap per poi riportarle nelle proprie abitazioni. La casa "domotizzata" di Saint-Marcel infatti costituisce un’importante innovazione, anche a livello nazionale, poiché permette di sperimentare, grazie alla tecnologia domotica, soluzioni abitative utili a migliorare l’autonomia, la qualità di vita e la sicurezza della persona con disabilità e della sua famiglia, nell’ottica di un’integrazione sempre maggiore e di progressiva eliminazione totale delle barriere architettoniche. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte