Società di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 24 Gennaio 2017 9:52

Saint-Pierre, nell’ex Hotel Lanterna un’area verde attrezzata. La proposta della minoranza

Saint-Pierre - L'immobile, conteso fra Ministero e Regione - oggi è in programma un'udienza in Corte di Appello - era stato destinato l'anno scorso dal Ministero a hub di prima accoglienza per migranti.

L'ex Hotel Lanterna a Saint-Pierre

"Un’area verde attrezzata intesa come un polmone di servizi quali percorso pedonale, area giochi per bambini, zona per la sosta e zona per la sosta panoramica con superfici a prato, alberate e spazi pavimentati coperti e scoperti; zona parcheggi e di partenza navette destinate a visite del paese in chiave turistico culturale; un piccolo punto ristoro; uno spazio destinato a informazione turistica." E' come vede un domani l'area dell'ex Hotel Lanterna il gruppo di minoranza di Saint-Pierre. 

L'immobile, conteso fra Ministero e Regione – oggi è in programma un'udienza in Corte di Appello – era stato destinato l'anno scorso dal Ministero a hub di prima accoglienza per migranti. Ipotesi che poi naufragò dopo le proteste dell'Amministrazione regionale e comunale. Nei mesi scorsi incontrando la cittadinanza il Presidente della Regione aveva chiesto al Comune di costituire un gruppo di lavoro per ipotizzare una possibile destinazione d'uso dell'area. 

"Noi, come gruppo di opposizione, nelle nostre riflessioni siamo partiti dall’analisi della vocazione turistico-culturale e agricola di Saint-Pierre che crediamo debba trovare prospettive di crescita anche nelle scelte che riguardano la gestione urbanistico-ambientale" spiegano i consiglieri di minoranza di Saint-Pierre.

Oltre all'area verde il gruppo ha suggerito che "in una fase successiva, al fine di permettere a Regione e al Comune di imbastire una serie di ragionamenti meritevoli di un lavoro sinergico nel reperimento di fondi per eventuali interventi e investimenti da fare in futuro più lontano, la restante parte potesse essere destinata a centro aggregativo multifunzionale di valenza sociale (ludoteca, centro impiego disabili, centro giovani con piccolo ostello)".

L'opposizione sottolinea infine, come "sia un dovere fondamentale dell’Amministrazione comunale saper valorizzare al meglio il proprio territorio, ottimizzando quanto già esiste e sapendo proporre soluzioni ragionate rispetto ai criteri di economicità, efficienza ed efficacia che dovrebbero a nostro avviso essere alla base di una qualsiasi scelta fatta da un ente pubblico".

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>