Scuole, pozzi, formazione professionale nei progetti di cooperazione allo sviluppo made in Vallée

Gli interventi di cooperazione approvati per il 2011 sono 11, di cui 5 relativi al continente africano, 2 relativi all’America centrale e al Sud America , 3 nei Balcani e in Medio Oriente e 1 in Cina. Il costo totale è di 800 mila euro.
Società

L’avviamento di una sartoria, il miglioramento e rilancio di due centri di formazione agricola, la trivellazione di un pozzo e ancora la costruzione di nuove aule scolastiche. Sono alcune degli interventi che verranno realizzati nel 2011 dalla Valle d’Aosta nei paesi in via di sviluppo.

La Giunta regionale ha approvato ieri la relazione sulle attività in materia di cooperazione allo sviluppo e di solidarietà internazionale. Il documento contiene il bilancio dei progetti del 2010 e presenta quelli che saranno avviati nei prossimi mesi.

 

Gli interventi di cooperazione approvati sono 11, di cui 5 relativi al continente africano (2 in Senegal, 2 in Etiopia, 1 in Tanzania), 2 relativi all’America centrale e al Sud America (1 ad Haiti e 1 in Argentina), 3 nei Balcani e in Medio Oriente (Bosnia Erzegovina, Romania e Kurdistan Iracheno) e 1 relativo alla Cina.
 
Il costo totale per la realizzazione dei progetti è di circa 800 mila euro.

Il progetto “Scuole per la rinascita di Haiti”

Tra le iniziativa approvate, un progetto è rivolto ad Haiti, colpita da un terremoto nel gennaio scorso.  L’intervento “Scuole per la rinascita di Haiti” sarà realizzato in collaborazione con ProgettoMondo Mlal.

Il progetto prevede la costruzione nella zona rurale di Léogane di una scuola comunitaria, con spazi da adibire a mensa/cucina e sale per le attività extrascolastiche. Sono previste inoltre azioni di formazione al sostegno psicologico degli alunni sopravissuti al terremoto e di aggiornamento didattico per gli operatori scolastici e gli animatori comunitari.
Inoltre l’iniziativa punta a riabilitare i centri di servizi agricoli comunitari per consentire il riavvio dei servizi offerti ai piccoli produttori locali per la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli e, dall’altro lato, vuole supportare e l’accompagnare la ripresa delle attività agricole familiari e comunitarie, al fine di contribuire alla sicurezza alimentare delle famiglie e della scuola comunitaria.
 
Il costo totale del progetto, di durata triennale 2011/2013, è di 306 mila 400 euro, di cui 150mila euro saranno finanziati sulla legge regionale n. 6/2007 con una partecipazione della Chambre Valdôtaine, mentre le risorse restanti sono assicurate dalla rete dei promotori valdostani dell’iniziativa e da ProgettoMondo Mlal.

Il progetto “Scuole per la rinascita di Haiti” sarà presentato alla popolazione valdostana dalla  “rete” delle associazioni valdostane che hanno promosso l’iniziativa, sabato 11 dicembre, a Pont-Saint-Martin.

L’aiuto della Valle d’Aosta ad Haiti

La Regione Valle d’Aosta si sta muovendo in questi giorni anche per aiutare la popolazione  haitiana colpita da un’epidemia di colera.

“A seguito di una richiesta pervenuta nei giorni scorsi dal Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Direzione regionale della Protezione Civile e l’USL della Valle d’Aosta – sottolinea il Presidente della Regione, Rollandin –  hanno messo a disposizione farmaci e kit sanitari specifici per il trattamento del colera, che saranno inviati ad Haiti nell’ambito di una iniziativa di assistenza umanitaria promossa dalla Commissione Europea».
 
E’ tuttora aperto infine il conto corrente bancario attivato dalla Regione a favore della popolazione di Haiti.
Coordinate del conto Intestato a “R.A.V.A. – Pro-Haiti” presso Unicredit Banca S.p.a. Codice IBAN    IT 23 A 02008 01210 000 10080561

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società