Telecamere puntate a Charvensod contro i furti e atti vandalici

Il Comune ha avviato la prima fase sperimentale di un progetto per il monitoraggio delle zone sensibili del territorio, soggette ad atti di vandalismo. Prima telecamera puntata sul campo sportivo di Plan Felinaz.
Società
Nell’ambito del progetto regionale di sorveglianza del territorio "Valle d'Aosta sicura",
che prevede, attraverso una rete di telecamere, la creazione di un sistema di videosorveglianza in tutta la Valle finalizzato tra l'altro a prevenire furti e rapine, il Comune di Charvensod attiva in questi giorni il servizio di video-sorveglianza sperimentale. Una telecamera è puntata in particolare sul centro sportivo di Plan Felinaz, dove ultimamente si sono verificati furti ed episodi di vandalismo. A gestire il sistema sarà la Polizia locale.
 
L’iniziativa, nelle intenzioni del primo cittadino di Charvensod, Ennio Subet, va nella direzione di "dare copertura, serenità e sicurezza a quelle famiglie residenti nelle zone dove maggiormente si evidenziano casi di microcriminalità e semplici atti di inciviltà". Dopo questa prima fase, altre telecamere saranno disclocate in punti sensibili del territorio comunale attraverso il ricorso ad una gara di appalto.  "Ci stiamo attivando – ha spiegato ancora il sindaco Subet – per apporre la segnaletica con la quale si informerà il pubblico della presenza della strumentazione tecnologica e, a seguire, accenderemo la telecamera che, grazie ad una copertura a raggi infrarossi, sarà attiva giorno e notte".
 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte