“Una luna per tutti” vince il premio del pubblico al concorso nazionale Visualfest 2015

Il riconoscimento ottenuto, così come il proseguimento dell'iniziativa, è stato commentato e comunicato agli studenti e alle famiglie ieri, giovedì 4 febbraio, in un incontro organizzato presso il Piccolo Albergo di Comunità di Aosta.
Studenti e insegnanti coinvolti nel progetto
Società

 Il progetto “Una luna per tutti” realizzato dalla classe IIIB SSS dell’Istituto tecnico Professionale regionale Corrado Gex di Aosta nello scorso anno scolastico ha vinto il primo premio del pubblico nell’ambito della Rassegna VisualFest 2015 organizzata dall’Università di Roma Tre.

A promuovere l’iniziativa è stata l’Associazione Mixidées, mentre la Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta ha finanziato il progetto che si è proposto di affrontare il disagio dei giovani e dare voce ai ragazzi che, grazie al notevole impegno, sono diventati i veri protagonisti di questa esperienza.

A essere premiati sono stati, in particolare, i cinque cortometraggi, proiettati nello scorso mese di giugno sui muri della città di Aosta, realizzati, con la regia di Alessandro Stevanon e la sceneggiatura di Andrea Damarco, dalle studentesse della classe che, coordinate dalla docente Paola Collatin, per diversi mesi hanno lavorato sulla loro identità e sui loro sogni, a partire dalla novella di Pirandello “Ciàula scopre la luna”.

Il riconoscimento ottenuto, così come il proseguimento dell’iniziativa, è stato commentato e comunicato agli studenti e alle famiglie ieri, giovedì 4 febbraio, in un incontro organizzato presso il Piccolo Albergo di Comunità di Aosta.

“Sosterremo altri progetti come questo, ad essere premiato con questo riconoscimento è l’impegno dei giovani e la collaborazione tra istituzioni diverse” ha sottolineato Giancarlo Civiero, segretario generale della Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta. “Abbiamo fatto un lavoro di qualità, basato molto sulla fiducia reciproca di tutti i soggetti coinvolti: dalla scuola, alla Fondazione comunitaria, dalle famiglie agli studenti e ai professionisti che con loro hanno lavorato” ha commentatoPaola Collatin.

Patrizia Bongiovanni, dirigente scolastico dell’Istituto Professionale Regionale Corrado Gex di Aosta si è congratulata con gli studenti presenti: “I veri vincitori, nonché protagonisti di questo importante riconoscimento siete voi: questa è la buona scuola”. 

Tra le altre attività previste, una ricerca quantitativa e qualitativa dedicata al disagio scolastico e al malessere che i giovani vivono nella scuola, i cui dati saranno presentati e diffusi nei prossimi mesi.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte