Un’ipotesi per tutelare e promuovere l’area del Monte Rosa

Prende corpo l'ipotesi di istituire un'area protetta a ridosso del Monte Rosa e, in parte, del Monte Cervino. Giovedì scorso i sindaci e i presidenti delle comunità montane delle località coinvolte hanno incontrato a...
Società

Prende corpo l’ipotesi di istituire un’area protetta a ridosso del Monte Rosa e, in parte, del Monte Cervino.
Giovedì scorso i sindaci e i presidenti delle comunità montane delle località coinvolte hanno incontrato a Palazzo regionale il presidente della Regione, Luciano Caveri, e Giuseppe Isabellon, assessore all’agricoltura e risorse naturali, per discutere della questione.
Erano presenti Giorgio Munari, sindaco di Ayas, Massimo Comune, sindaco di Gressoney-La-Trinité, Aldo Comé, sindaco di Gressoney-Saint-Jean, Giorgio Pession, sindaco di Valtournenche, e Domenico Chatillard, presidente della Comunità montana Monte Cervino.

Il progetto del Parco del Monte Rosa è a uno stadio embrionale, ancora devono essere definiti i confini territoriali del parco, che dovrebbe estendersi su di una superficie di seimila ettari.

Il confronto tra enti locali e Regione è stato indispensabile per cominciare a esprimere le prime valutazioni sulla fattibilità del progetto.

L’amministrazione regionale, pur muovendosi con grande cautela, ha già suggerito l’ipotesi di creare uno spazio transfrontaliero da gestire assieme al cantone Vallese, su modello dell’Espace Mont Blanc, promuovendo l’area dal punto di vista turistico.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società