VI EDIZIONE FESTIVAL INTERNAZIONALE DI SARRE

Consolidata manifestazione, ormai caratterizzata da cinque anni di programmazione ininterrotta, il Festival internazionale di Sarre si presenta per l'edizione 2007 con un cartellone avvincente, ricco di proposte di...
Società

Consolidata manifestazione, ormai caratterizzata da cinque anni di programmazione ininterrotta, il Festival internazionale di Sarre si presenta per l’edizione 2007 con un cartellone avvincente, ricco di proposte di intrattenimento, che nella loro essenziale diversità possono offrire molteplici spunti di riflessione sull’arte e sullo spettacolo, in una cornice monumentale di grande prestigio e bellezza, il Castello Reale di Sarre con i suoi spazi esclusivi.

La musica da camera, che trova spazio ideale nella sede acustica privilegiata del salone, è affidata quest’anno ad una serie di artisti in grado di rappresentare compiutamente lo scenario internazionale di questo genere musicale: dal récital di Jordi Savall, raffinato virtuoso di viola da gamba, al pianismo ottocentesco dell’ungherese Jeno Jandò, alle sonorità classiche di Linus Roth, un giovane artista di grande sensibilità e virtuosismo che si sta incamminando verso una promettente carriera, al grande repertorio per complesso classico, proposto dal Trio Johannes.

La danza è presente in questo eterogeneo cartellone con la compagnia simbolo della contemporaneità: i Momix, che rappresenteranno un originale ed intenso spettacolo di Moses Pendleton creato sulla musica composta da Peter Gabriel per la colonna sonora del film ?L’ultima tentazione di Cristo? di Martin Scorsese. La realizzazione scenica è basata principalmente su proiezioni dietro le quali si muovono, in perfetta sincronia con le immagini proiettate e nel loro caratteristico stile insieme atletico e fluido, i ballerini.

Anche la musica tradizionale, rivisitata con sapienti arrangiamenti dei generi popolari zigani e magiari dall’Orchestra tzigana di Budapest, è presente in questo cartellone per proporci un suggestivo percorso alle radici della musica europea; il concerto di Youssou ‘n Dour, invece, sarà l’occasione per conoscere la molteplicità della musica senegalese, filtrata attraverso le lenti del rock o pop e trasformata in espressione artistica di portata internazionale.

In questo contesto non poteva mancare un artista italiano, Gino Paoli, noto nel mondo per la sua lunga ed intensa carriera, solcata dai grandi successi delle sue indimenticabili canzoni, riproposte in chiave jazzistica con una band d’eccezione

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI SARRE
19 giugno – 2 agosto 2007

Programma

19 giugno
Linus ROTH violino

Stefania REDAELLI pianoforte

23 giugno
ORCHESTRA TZIGANA DI BUDAPEST
Direttore Antal Tzalai

6 luglio
Trio JOHANNES

8 luglio
YOUSSOU ‘N DOUR & The Super Etoile de Dakar

10 luglio
Jenö JANDO’ pianoforte

15 luglio
?Un incontro di Jazz?
Gino PAOLI voce
Flavio BOLTRO tromba
Danilo REA pianoforte
Rosario BONACCORSO contrabbasso
Roberto GATTO batteria

31 luglio
MOMIX
Direttore artistico Moses Pendleton
in ?PASSION?

2 agosto
Jordi SAVALL viola da gamba
Luca Guglielmi cembalo

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI
Castello Reale di Sarre, Punto IAT
Tel. e Fax 0165.257854
www.festivalsarre.it
info@festivalsarre.it
www.comune.sarre.ao.it
info@comune.sarre.ao.it
Ingresso ? 15

Per accrediti e informazioni stampa: Agenzia Stampa Piupress
tel/fax 0165 230929 –
Moreno Vignolini cell. 328 8270038

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società