Visite, consulti gratuiti e eventi informativi per la Giornata nazionale della salute delle donne

Dal 18 al 24 aprile, con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali patologie femminili, l’azienda Usl ha messo in piedi un calendario di iniziative.
Presentazione della seconda giornata della salute delle donne
Società

Visite e esami gratuiti ma anche momenti di divulgazione alla cittadinanza. Per il secondo anno la Valle d’Aosta aderisce alla Giornata nazionale della salute della donna organizzata da Onda. Dal 18 al 24 aprile, con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali patologie femminili, l’azienda Usl ha messo in piedi un calendario di iniziative.

Mercoledì 19 (dalle 9 alle 10.30) e giovedì 20 aprile (dalle 14 alle 15.30) presso il Centro per i disturbi del comportamento alimentare di via Guido Rey sono in programma degli incontri informativi individuali con accesso libero. Sempre mercoledì dalle 9 alle 13 presso l’ambulatorio dell’endometriosi del Beauregard gli operatori incontreranno le donne mentre dalle 17 alle 19 nella sala riunioni del 4° piano dell’Ospedale Parini di Aosta gli specialisti del reparto di medicina interna organizzano una conferenza sul tema “Menopausa: diabete, ipertensione e osteoporosi”.

Giovedì 20 aprile dalle 18 alle 20, sempre al 4° piano del Parini si parla invece di tumori con al termine un buffet curato dall’Associazione “Cibo è salute”.

Screening clinici e colloqui informativi sull’Ictus cerebrale, l’alzheimer, le cefalee e la sclerosi multipla sono invece in programma sabato 22 (dalle 9 alle 12) e lunedì 24 aprile (dalle 10 alle 13) nell’ambulatorio di neurologia del Parini. I controlli verranno eseguiti ad un massimo di 20 persone per ciascuna patologia. Prenotazioni allo 0165/543326.

Alla giornata nazionale della salute della donna hanno aderito i 155 ospedali italiani con i Bollini Rosa. La Valle d’Aosta nell’ultimo biennio ha ottenuto il massimo dei Bollini, tre, per il Centro dei disturbi alimentari e per i due presidi sanitari del Beauregard e del Parini.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Società
Società
Società