Al Tor des Géants è già iniziata la fuga in solitaria di Franco Collé

Partito subito forte, il gressonaro ha fatto capire ai suoi avversari che la forma è eccellente e che per batterlo, quest’anno, dovranno veramente superarsi.
Franco Collé a Planaval
Sport

Era il grande favorito della vigilia e non ha deluso le aspettative dei tantissimi tifosi accorsi per sostenerlo fin dalle prime battute di gara: dopo 50km di corsa il valdostano Franco Collé è già in testa alla nona edizione del Tor des Géants.

Partito subito forte, il gressonaro ha fatto capire ai suoi avversari che la forma è eccellente e che per batterlo, quest’anno, dovranno veramente superarsi. Già al primo rilevamento cronometrico di La Thuile, dove è transitato alle 14.20, aveva staccato di qualche minuto i suoi diretti inseguitori, Gianluca Galeati e Oliviero Bosatelli, acciaccato ad un ginocchio, seguiti a ruota da uno splendido Giulio Ornati e dalla mina vagante della gara, il canadese Galen Reynolds.   

Alla prima base vita del percorso, posizionata quest’anno nel centro di Valgrisenche, Collé è arrivato alle 19.30. Dietro di lui, Gianluca Galeati, staccato di pochi minuti (19.39 il suo ingresso in base vita), praticamente appaiato con una vecchia conoscenza non solo del Tor, Peter Kienzl (19.40), vincitore nell’unica edizione disputata del 4K Endurance Trail. Dopo di loro, il canadese Gaylen Reynolds (19.54).

Tra le donne, è testa a testa tra la spagnola Silvia Garrote, al comando, e la valdostana Sonia Locatelli, seguite dalla francese Alexandra Rousset.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport
Sport