VIDEO Sport

Ultima modifica: 5 Agosto 2020 16:28

Avvistato un T-REXavier sulla Becca d’Aver e Cima Longhede

Nus - La simpatica "impresa che non ha alcun senso" è del campionissimo Xavier Chevrier, seguito con il drone dalle splendide immagini del videomaker Fabio Réan.

Poco più di due mesi fa i “Dinosauri in carne ed ossa” avevano lasciato la Valle d’Aosta. Qualcosa nel trasloco, però, deve essere andato storto e, come nei peggiori incubi da Jurassic Park, sembrerebbe che uno di essi sia riuscito a fuggire. Un raro esemplare di T-REXavier, infatti, è stato avvistato in fuga sulla Becca d’Aver e la Cima Longhede, le montagne a quota 2.469 e 2.416 metri tra Verrayes, il vallone di Saint-Barthélemy e la Valtournenche.

La corsa sulla cresta potrebbe essere il FKTrex – il “fastest known time for a T-Rex” – ma il dinosauro, avendo le zampe anteriori troppo corte, non è riuscito a far partire il cronometro da polso.

La simpatica “impresa che non ha alcun senso” è del campionissimo Xavier Chevrier, seguito con il drone dalle splendide immagini del videomaker Fabio Réan: “Non bisogna prendersi troppo sul serio, è bello fare cose anche così”, dice Chevrier. “Me ne vengono sempre in mente tante, ma ci vuole qualcuno che mi assecondi, e l’ho trovato nel mio amico Fabio, che è veramente molto bravo. Ho pensato subito a lui perché andavamo a scuola insieme, non sapevo se farlo con gli sci da fondo”.

La scelta è invece ricaduta sul costume da T-Rex – un regalo di Natale di un fan, dicono le fonti ufficiali, anche se qualche dubbio c’è – per rendere il tutto più coreografico. “Quel posto per me ha tanti significati. Siamo partiti da Saint-Barthélemy e poi dalla Becca d’Aver ho indossato il vestito ed ho corso fino alla Cima Longhede, con il mio cane Lira a tirare la volata. Lì Bruno Brunod si allenava facendo le ripetute. Il sentiero è largo, circa 1,2 km con diversi sali e scendi, non avrei mai potuto farlo su una ferrata perché la testa penzolava per il vento e lo schermo di plastica si appannava”.

La sfida per il record è lanciata. A tutti i dinosauri tranne agli pterodattili.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>