Galleria 

I “Dinosauri in carne ed ossa” hanno lasciato la Valle d’Aosta

Smontata oggi, martedì 19 maggio, dopo il lockdown, l'esposizione dedicata alle enormi creature preistoriche rimasta aperta, sino all'inizio di marzo, al parco archeologico di Saint-Martin-de-Corléans.
Cultura

L’ultima volta se n’erano andati per il grande ghiaccio. Quest’oggi, invece, ad accompagnare il loro allontanarsi dalla Valle è stata una temperatura quasi estiva. Parliamo delle riproduzioni delle enormi creature preistoriche che, in alcuni punti strategici della città, e all’interno del parco archeologico di Saint-Martin-de-Corléans, hanno promosso e dato vita alla mostra “Dinosauri in carne ed ossa”, rimasta aperta fino all’inizio dello scorso marzo, a cura dell’amministrazione regionale, finché il lockdown ha “messo in pausa” le vite di tutti.

Lo smontaggio ha avuto luogo oggi, martedì 19 maggio, con tanto di segnaletica stradale dedicata. I “bestioni” sono risaliti, con l’uso di una gru, sui camion della ditte cha aveva allestito l’evento. Da domani gli aostani non troveranno più il Diplodocus all’Arco d’Augusto, il T-rex in piazza della Repubblica e il Mammut lanoso che accoglieva i visitatori a Saint-Martin. C’è da scommettere che mancheranno a molti, perché, dal loro arrivo nottetempo nella sorpresa generale a fine novembre, erano diventate figure familiari. E chissà se sia successo perché, quanto a dinosauri, la Valle vanta una solida tradizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte