Coppa del Mondo sci di fondo, Cogne promossa dalla Fis

L'ultimo sopralluogo del “race director” FIS Pierre Mignerey con lo staff di InFront ha dato il via libera definitivo al ritorno della Coppa del Mondo.
Sopralluogo Fis a Cogne
Sport

Promossa. L’ultimo sopralluogo a Cogne del “race director” della Coppa del Mondo FIS Pierre Mignerey con lo staff di InFront, la società che detiene i diritti TV della Coppa del Mondo di sci, ha dato il via libera definitivo al ritorno il 16 e 17 febbraio della Coppa del Mondo di sci di fondo, con due gare sprint in tecnica libera e due gare in tecnica classica, 10 km al femminile e 15 km al maschile.

“E’ il secondo sopralluogo qui a Cogne, ora è tutto ok – ha detto Pierre Mignerey – abbiamo apportato alcune modifiche, aggiornato il finish, per i dettagli occorre attendere i giorni di gara. Ho trovato un bel team, tanta flessibilità, con questi panorami sarà sicuramente un grande evento”.

La gara sprint si correrà sulla medesima distanza per uomini e donne, decisione di oggi, di 1653 m. con un dislivello positivo di 49 metri. Domenica 17 la 10 e la 15 km in classico si disputeranno sulla pista di 5 km (5.018 m. per correttezza) che al femminile sarà affrontata per due volte e tre al maschile. Il dislivello è di 178 metri.

“È con grande soddisfazione che ci accingiamo ad organizzare nuovamente un’edizione della Coppa del Mondo di Sci Nordico. – ha sottolineato l’Assessore regionale al Turismo, Claudio Restano, presente a Cogne  – L’obiettivo futuro è quello di riuscire ogni anno ad organizzare un importante evento invernale e per questo stiamo lavorando, per creare un ente strumentale della Regione che si occupi a 360 gradi della promozione del nostro territorio e anche di organizzare grandi eventi. Nel 2020 Cogne ospiterà il Mondiale Master,speriamo anche la Coppa del Mondo di discesa a La Thuile, e avremo probabilmente anche il ritorno del Giro d’Italia.

Per il comune è stato l’assessore sport e turismo Andrea Celesia a fare gli onori di casa: “La sottolineatura che noi vogliamo dare è quella di riuscire ad armonizzare l’evento con la vocazione turistica di Cogne, che è per un turismo green, per un turismo sostenibile. Con la sua presenza nelle Perle delle Alpi Cogne ha già fatto una grossa strada in questo senso, ma soprattutto con la partnership del Parco Nazionale”.

Ad accompagnare sul campo Mignerey ed i tecnici della TV c’era anche Marco Albarello, competition manager: “Col comitato stiamo lavorando molto bene, mancano quattro mesi, ma per noi è già… ieri. Devo dire che ho trovato un comitato capace, volenteroso e coeso, questo è molto importante perché io vedo Cogne in futuro nell’ambito dei grandi eventi valdostani per quanto riguarda lo sci di fondo. Questa di febbraio non dovrà essere una toccata e fuga”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport
Sport