Sport di Simone Dian |

Ultima modifica: 11 Novembre 2019 9:41

Giornata Olimpica 2019, il Coni premia i migliori atleti valdostani

Aosta - Il Comitato regionale CONI ha premiato gli atleti valdostani più meritevoli. Non solo Brignone e Pellegrino, ma anche tanti giovani talenti. Premio speciale Coni per Martine Michieletto.

D F AE BBABFD F AE BBABF

E’ andato quest’anno a Martine Michieletto, sei titoli mondiali conquistati nel Thaiboxe e nel kickboxing, il “Premio Speciale CONI”.

Nella sala Ida Maria Viglino di Palazzo regionale ieri, sabato 9 novembre, il Comitato regionale Coni Valle d’Aosta ha celebrato la giornata olimpica 2019, manifestazione biennale con cui si premiano gli atleti valdostani che tra il 2018 e 2019 si sono particolarmente distinti a livello nazionale ed internazionale. La rassegna si è aperta con i saluti del presidente del Coni Valle d’Aosta Piero Paolo Marchiando, seguiti da un video messaggio del presidente nazionale Coni, assente a causa di impegni istituzionali. Entrambi si sono detti estremamente soddisfatti per i risultati conseguiti dagli atleti valdostani soprattutto se confrontati con le difficoltà legate alla vita sportiva di chi cresce in una piccola regione. Altro aspetto incoraggiante sono sicuramente i numeri registrati dalla Valle d’Aosta, che di anno in anno vede crescere non solo i risultati, ma anche l’affluenza di nuovi atleti nelle diverse società sportive di categoria.

Suddivisi nelle categorie “assoluti”, “talento” e “tecnici e giudici”, in molti sfilano sul palco per ricevere il premio e la riconoscenza del movimento sportivo regionale. I primi ad essere premiati sono stati gli  atleti insigniti delle onorificenze sportive riferite all’anno 2018, tra cui una menzione speciale viene dedicata alla medaglia d’argento al valore atletico a Federica Brignone, terza classificata nello slalom gigante  alle ultime olimpiadi, e alla medaglia d’oro al valore atletico Simone Origine, vincitore della Coppa del Mondo sci di velocità. I presenti hanno potuto vedere e quasi toccare con mano il presente ed il futuro dello sport valdostano. Sono stati tanti i giovani atleti ad essere premiati per i risultati conseguiti nelle loro discipline che, finalmente, iniziano a non essere più legate esclusivamente alla neve.

Protagonisti della serata sono stati, però, i “Grandi” della neve. Non solo Federica Brignone e Simone Origine, ma anche Federico Pellegrino e Francesco De Fabiani, a ricordare come nelle discipline invernali la Valle d’Aosta abbia ancora un notevole peso nell’economia sportiva nazionale. Una menzione di merito è stata dedicata a Pellegrino e alla Brignone insigniti  del “riconoscimento olimpiadi 2018” per i risultati raggiunti nel 2018 a Peyongchang: medaglia d’argento Sprint per il primo e medaglia di bronzo Slalom Gigante la seconda.

 

 

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>