Il 26 e 27 agosto in piazza Chanoux la sfida fra i campioni della morra

Nella tensostruttura di piazza Chanoux la sfida fra giocatori provenienti da diverse regioni d'Italia. In palio i titoli di campione italiano di singolo, coppia e terna.
Compagnì Valdotena Djouà de la Moura - Foto da FB
Sport

Arriveranno dal Trentino, dall’Umbria, dal Piemonte, dalla Lombardia ma anche dalla Sardegna i 70 giocatori circa che il 26 e 27 agosto si sfideranno in piazza Chanoux ad Aosta per conquistare i titoli di Campione nazionale di morra. In palio quelli di singolo, coppia e terna.

L’appuntamento, in programma nella tensostruttura allestita nel salotto bene di Aosta, è organizzato dalla Compagnì Valdotena Djouà de la Moura.

“Dal pomeriggio di sabato si svolgeranno le eliminatorie – spiega il Presidente Lino Blanchod – al termine delle quali rimaranno 32 giocatori. Domenica mattina sono in programma le semifinali e le finali, mentre nel pomeriggio dalle ore 16 le finali”.

Ai campionati nazionale di morra possono partecipare tutti i tesserati italiani, la Valle d’Aosta ne conta un’ottantina fra cui alcuni campioni nazionali degli anni scorsi come lo stesso Blanchod, che assieme a Orso Truc e a Giovanni Doveil conquistò il titolo nella terna nel 2021.

Diventata nell’aprile dello scorso anno per legge – nella realtà lo era già – gioco della tradizione valdostana, la morra viene praticata in Valle d’Aosta da tantissime persone. “Gli iscritti alla nostra Federazione  sono un’ottantina – prosegue Blanchod – ma sono un migliaio le persone che giocano in Valle d’Aosta alla morra, fra cui tanti giovani molto bravi iscritti all’Institut Agricole Régional. La morra è uno dei giochi più antichi che ci sia e si è sempre giocato”.

Il gioco consiste nell’individuare la somma dei numeri che vengono mostrati con le dita dai giocatori. Simultaneamente i due giocatori tendono il braccio mostrando il pugno oppure stendendo un numero di dita a scelta, dichiarando allo stesso tempo un numero da 2 a 10 (morra). Il punto viene assegnato a chi ha dichiarato il numero corrispondente alla somma delle dita stese dai giocatori. La partita viene vinta da chi arriva per primo a 16 o 21 punti.

Dopo i campionati nazionali in programma ad Aosta, la Federazione valdostana sarà impegnata a settembre con 12 giocatori in Sardegna ai campionati mondiali e a novembre nei campionati regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte