L’Aosta sfiora il colpaccio ma deve arrendersi alla forte Prato

Si infrangono a 34” dalla fine le speranze dell’Aosta, che con un'ottima prestazione stava costringendo al pareggio la fortissima Prato, prima a punteggio pieno, rischiando addirittura il colpaccio in trasferta
La formazione dell'Aosta che ha affrontato il Prato
Sport

Nella quinta giornata del campionato di A2, si infrange a 34” dalla fine il miracolo dell’Aosta, che stava costringendo al pareggio la fortissima Prato, prima a punteggio pieno con 5 vittorie su 5 partite giocate, rischiando addirittura il colpaccio in trasferta.

Una grandissima prestazione dei giovani del presidente Fea, che potrebbe essere un punto di partenza per lasciarsi alle spalle le prestazioni opache delle precedenti partite e dare vita ad un nuovo campionato. Finora la squadra ha pagato troppo l’inesperienza, ma oggi, nella difficoltà di una sfida pressoché impossibile, ha tirato fuori il carattere necessario a supplire alle carenze dovute alla giovane età.

Rosa deve rinunciare all’ultimo a Iurmanò, che ha dovuto dare forfait per febbre, ma recupera, almeno in panchina, il portiere Gheorghita. Nel bellissimo palazzetto di Prato, ottimo il primo tempo dei gialloblù (oggi in maglia bianca), che mettono in difficoltà i padroni di casa, rischiando addirittura il vantaggio con Estedadishad che però non riesce a capitalizzare la grande occasione. L’Aosta tiene lo 0 a 0 fino all’ultimo minuto, ma viene punita ingiustamente a una manciata di secondi dalla fine della prima frazione, con il gol di Victor al minuto 19’25”. Il copione si ripete nel secondo tempo, con la squadra di casa che non si aspettava la veemenza e la grinta dei valdostani. Al 16’54” arriva il pareggio di Sanchez, che dà coraggio agli aostani ma scuote i toscani. Il copione del primo tempo, come detto, si ripete, fin troppo precisamente. Ed è esattamente allo stesso minuto del gol subito nel primo tempo che arriva la beffa: l’Aosta ha la palla buona per portarsi in vantaggio, ma il diagonale di Birochi a tu per tu col portiere finisce fuori di un niente; dal capovolgimento di fronte arriva il gol dell’ex Murilo al 19’26”, con un siluro dalla tre quarti di campo per il definitivo 2 a 1.

Questo il tabellino:

PRATO-AOSTA 2-1 (1-0 p.t.)

PRATO: Perez, Iacona, Balestri, Mangione, Mecca, Petri, Loffredo, Josiko, Murilo, Victor, Karaja, Gelli. All. Madrid
AOSTA: Luberto, Sanchez, Calli, Estedadishad, Mirabelli, Di Maio, Mazzi, Rosa, Pellegrino, Birochi Filho, Gheorghita. All. Rosa

MARCATORI: 19'25'' p.t. Victor (P), 16'54'' s.t. Sanchez (A), 19'26'' Murilo (P)

La classifica

In coda alla classifica cambia poco, perché perdono tutte le dirette rivali dell’Aosta, con quattro squadre racchiuse in due punti.

Prato 15 punti; Ciampino Anni Nuovi 12 punti; Olimpus Roma, Real Arzignano, B&A Sport Orte e Italservice Pesarofano 10 punti; Milano* 9 punti; Atlante Grosseto 6 punti; Cagliari e Bubi Alperia Merano 5 punti; Castello 2 punti; Capitolina Marconi e F.lli Bari Rewind Reggio Emilia* 1 punto; Aosta 0 punti.

(* una partita in meno)

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport
Sport