Sport di Orlando Bonserio |

Ultima modifica: 10 Giugno 2019 11:02

L’atletica valdostana sul tetto d’Italia: oro per Corinne Challancin ed Eleonora Foudraz

Aosta - Nei campionati italiani Juniores e Promesse arrivano i titoli italiani per Challancin nel triplo e Foudraz nei 400m ed il bronzo di Jean-Marie Robbin. Pina Barros e Faye ai piedi del podio.

Eleonora Foudraz e Corinne ChallancinEleonora Foudraz e Corinne Challancin

Il percorso di crescita dell’atletica valdostana è in pieno svolgimento e continua a portare grandi risultati nella nostra regione e, vista la giovane età dei protagonisti, c’è da sperare che possa ancora continuare. La grande soddisfazione del weekend arriva da Rieti, dove si sono svolti i Campionati italiani Juniores e Promesse: per i valdostani arrivano tre medaglie, di cui due d’oro.

A vincere il titolo italiano Juniores nei 400m è Eleonora Foudraz, che concede il bis dopo la vittoria di un anno fa nella categoria Allievi. La diciottenne di Charvensod ha ottenuto la vittoria in finale scendendo sotto i 55” con 54”59, miglior risultato valdostano: “Non partivo con i favori del pronostico”, dice Foudraz, perché la primatista stagionale dei 400 metri juniores Elisabetta Vandi era data tra le iscritte. Elisabetta ha invece optato per i 200 metri, dove ha chiuso in seconda posizione, lasciando spazio ad un nutrito gruppo di ragazze, tra cui la sottoscritta, che si sono trovate a battagliare per il successo finale. Alla fine il titolo l’ho portato a casa io, realizzando il primato personale, per la prima volta sotto i 55 secondi. Si tratta di un risultato importante, anche in prospettiva degli europei under 20 del mese di luglio in Svezia”.

Campionessa italiana è anche Corinne Challancin, che ha strappato la medaglia d’oro nel salto triplo proprio all’ultimo salto. La giovane di Pont-Saint-Martin in forze alla Firenze Marathon è stata in grado di difendere il titolo indoor conquistato l’anno scorso grazie alla misura di 12m74, ottenuto quando l’argento era ormai in cassaforte.

Per Jean-Marie Robbin arriva invece un’ottima medaglia di bronzo nei 400 ostacoli Promesse in 52”33, alle spalle di Alessandro Sibilio (51”16) e Federico Cesati (52”06). Nella stessa finale, quarto posto per Joao Carlos Pina Barros, proprio dietro il compagno di squadra della Calvesi in 52”79. Un po’ di amarezza per la “medaglia di legno” anche per Seyni Faye della Cogne che, nei 110 ostacoli Juniores, ha ottenuto un 14”14 che gli garantisce comunque il pass per gli Europei Under 20 in Svezia.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo