Nadir Maguet e Charlotte Bonin vincono una Poyà au Petit-Fénis da “tutto esaurito”

Quasi 200 persone iscritte, nomi altisonanti della corsa in montagna e tanto entusiasmo hanno colorato la seconda tappa del circuito Soirée Vertikal.
Poyà au Petit Fénis Foto Davide Verthuy
Sport

Quasi 200 persone iscritte (176 alla partenza), nomi altisonanti della corsa in montagna e tanto entusiasmo hanno colorato la seconda tappa del circuito Soirée Vertikal dopo l’esordio di Santa Colomba. Alla Poyà au Petit-Fénis, gara da circa 2 km con quasi 400 metri di dislivello positivo, lo spettacolo è stato tanto, e basta scorrere i nomi della top ten per strabuzzare gli occhi.

A vincere è stato Nadir Maguet, che con il tempo di 13’34” ha messo un bel divario tra lui e gli inseguitori, primi tra tutti Henri Aymonod (14’08”) e Xavier Chevrier (14’13”). Ai piedi del podio anche Luca Cagnati (14’16”) ed Alessandro Saravalle (14’31”).

Al femminile si ripete Charlotte Bonin, vincitrice in 18’09”, seguita da una Lorella Charrance in grande forma (19’15”) ed una sempre competitiva Lisa Borzani (19’39”). Completano la classifica delle migliori 5 Valeria Poli (20’14”) e Katia Perratone (20’22”).

Al giro di boa delle Soirée Vertikal, Henri Aymonod guida la classifica generale con 399 punti, tallonato da Alessandro Saravalle a 395 e Pietro Segor con 392. Punteggio pieno per Charlotte Bonin, a quota 400, ma Lorella Charrance non demorde e resta staccata di 2 punti, con Katia Perratone a 395.

Si riparte mercoledì 25 maggio con la Montée des Mineurs di Valpelline

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport