Sport di Orlando Bonserio |

Ultima modifica: 19 Gennaio 2020 14:11

Sconfitta in trasferta per l’Aosta 511

Aosta - I gialloblù tornano da Villorba con una sconfitta per 6-3. In gol Pettinari, Da Silva e Fea.

Aosta 511Aosta 511

L’Aosta Calcio 511 non riesce a dare continuità alla vittoria della scorsa settimana contro il Fenice Veneziamestre e torna sconfitta dalla trasferta di Villorba, dove i padroni di casa si impongono per 6-3. Una sconfitta che tiene l’Aosta nella zona calda della classifica, visto che il Gisinti Pistoia vince a sopresa contro il Città di Asti ed allunga a cinque punti il vantaggio sugli aostani.

I padroni di casa passano in vantaggio al 5’ con Hasaj, ma Pettinari trova il pareggio dopo 2’. È solo un’illusione, perché il Villorba allunga in pochi secondi con la doppietta di Mazzon, prima che il gol del solito Da Silva (che raggiunge quota 17 gol in campionato) chiuda il primo tempo sul 3-2 mantenendo vive le speranze aostane.

Nella ripresa, però, Del Piero al 3’ e Madu all’11’ (con il Villorba in quattro uomini a seguito dell’espulsione del portiere Venier) allungano. Ci prova Fea a tenere in vita i suoi, ma la seconda rete di Hasaj al 13’ chiude il match.

FUTSAL VILLORBA: Venier, Madu, Mazzon, Kokorovic, Hasaj, Bardini, Baldo, Del Gaudio, Del Piero, Gaudino, Verdicchio. All. De Martin
AOSTA: Frezzatto, Pettinari, Da Silva, Zatsuga, Fea, Rosa, Bellafiore, Piccolo, Harir, Grange, Belmonte. All. Rosa
MARCATORI: 5′ p.t. Hasaj (V), 7′ Pettinari (A), 9′ Mazzon (V), 10′ Mazzon (V), 14′ Da Silva (A), 3′ s.t. Del Piero (V), 11′ Madu (V), 11’30” Fea (A), 13′ Hasaj (V)
AMMONITI: Gaudino (V), Pettinari (A), Grange (A), Zatsuga (A), Rosa (A)
ESPULSI: al 9′ del s.t. Venier (V)

Classifica:

Milano 33 punti; Carrè Chiuppano 32 punti; Imolese 28 punti;Città di Massa, Città di Asti, L84 27 punti; Futsal Villorba 23 punti; Saints Pagnano 20 punti; Città di Sestu 18 punti; Gisinti Pistoia 17 punti;  Aosta 12 punti; Fenice Veneziamestre, Leonardo 10 punti; Olimpia Regium Reggio Emilia 6 punti.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>