Sport

Ultima modifica: 23 Agosto 2019 11:41

Tripudio azzurro agli Europei di Pila: Filippo Agostinacchio è oro

Gressan - Tripletta azzurra nell’Eliminator Under 17 maschile. Al femminile vittoria per la tedesca Sina Van Thiel. Under 15: titolo a Carla Hahn e Max Greensill, bronzo all'altoatesino Niclas Pallweber.

Filippo AgostinacchioFilippo Agostinacchio

Seconda giornata di medaglie agli Europei giovanili di mountain bike di Pila, ed una giornata – se possibile – ancora più trionfale di ieri per i colori azzurri. Nell’Eliminator Under 17 maschile, infatti, il podio è tutto italiano, con l’oro che va al padrone di casa Filippo Agostinacchio dell’XCO Project, argento per l’altoatesino Nils Laner e bronzo a Marco Betteo. Quarto, nella finale tutta italiana, il campione Giorgio Coli.

La finale femminile vive subito un giallo: dopo venti metri di gara tutte e quattro le finaliste sono per terra, in un contatto a catena. La più lesta a rialzarsi è la tedesca Sina Van Thiel, che percorre l’intero tracciato in solitaria. Per la zona medaglie arrivano nell’ordine due austriache: Katharina Sadnik e Fiona Klien, con quarta e più defilata l’altra tedesca Andrea Kravanja.

Under 15: titolo a Carla Hahn e Max Greensill

È della tedesca Carla Hahn e del britannico Max Greensill il primo titolo europeo giovanile della storia dell’XC Eliminator, che ha fatto il suo esordio proprio a Pila.

Nella finale femminile, Carla Hahn prende subito la testa della corsa e la mantiene fino sulla linea del traguardo. Oro alla tedesca davanti alla slovacca Terèzia Ciriakova e alla norvegese Lisa Kristine Jorde, quest’ultima oro nella Team Relay di ieri, con quarta l’altra tedesca Maresa Stocker.

Finale maschile con tanto di suspence e fotofinish per decretare il vincitore. A giocarsi la terza e quarta posizione, fuori dai giochi per la vittoria, sono due azzurri, con il gradino basso del podio che va all’altoatesino Niclas Pallweber e la quarta piazza a Mattia Settin.

L’oro è deciso al fotofinish, con il danese Sune Kirk che festeggia la vittoria alzando le braccia, ma proprio sul filo di lana è beffato dal britannico Max Greensill, che letteralmente lancia in avanti la sua bici, sganciando anche i piedi dai pedali mettendo la sua ruota davanti a quella dello scandinavo.

Domani la rassegna continentale osserva un giorno di riposo. Sabato, giornata conclusiva, con inizio alle 10, con il Cross country olimpico.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>