È morto Pierantonio Genestrone, storico presidente di Confcommercio Vda

Per quasi 40 anni presidente di Confcommercio Valle d'Aosta, Genestrone, 78 anni, è stato anche presidente della Chambre Valdôtaine. A ricordarlo il suo predecessore Graziano Dominidiato: "Con lui viene a mancare, dopo Beppe Sagaria, un po’ la storia di Confcommercio Valle d'Aosta".
Pierantonio Genestrone, presidente Confcommercio VdA
En souvenir

È morto nel tardo pomeriggio di oggi all’età di 78 anni Pierantonio Genestrone, per quasi 40 anni presidente di Confcommercio Valle d’Aosta. Una vita trascorsa sempre in prima fila in enti e associazioni del settore, dove Genestrone ha mosso i primi passi negli anni Settanta gestendo il Bar della stazione di Aosta, poi passato nelle mani del figlio Gianluca.

Dal 1995 al 2006 ha ricoperto l’incarico di vice presidente nazionale della Fipe, la federazione italiana pubblici esercizi, mentre nel 2005 è diventato Presidente della Camera di Commercio valdostana, da poco fondata, che guiderà fino al 2011 quando lascerà il testimone a Nicola Rosset. Arriva invece nel febbraio del 2017, dopo 38 anni di presidenza di Confcommercio Valle d’Aosta, la staffetta con Graziano Dominiato. Pierantonio Genestrone ha ricoperto anche per una legislatura, fra il 1980 e il 1985, il ruolo di consigliere comunale ad Aosta, assise nella quale era stato eletto fra le fila della lista della Dc.

Dominidiato: “Con lui viene a mancare la storia di Confcommercio”

A ricordare il suo predecessore è anche l’attuale presidente di Confcommercio Valle d’Aosta, Graziano Dominidiato: “Con Pierantonio viene a mancare una figura che per 38 anni è stata un punto di riferimento per la nostra associazione. Un uomo che ha sempre saputo destreggiarsi nell’ambiente sindacale di categoria, ma allo stesso tempo con le forze politiche con cui aveva un dialogo diretto. L’esperienza che ha saputo tramandare ed i suoi insegnamenti son quelli che ognuno di noi ha messo nel proprio cassetto della memoria per utilizzarli e per ‘copiare’ un po’ determinate strategie. Negli ultimi anni ha ricoperto la carica di presidente di 50&Più, l’associazione dei rappresentanti più anziani del settore del commercio, mantenendo anche la carica di presidente onorario che gli abbiamo conferito. Con lui viene a mancare, dopo Beppe Sagaria (scomparso quasi due anni fa, ndr.), un po’ la storia di Confcommercio Valle d’Aosta. E non possiamo che essere tutti amareggiati. Non posso far altro che ricordarlo in questo senso, con il suo grande impegno per i nostri associati”.

Sapia: “La Chambre ed il comparto imprenditoriale perdono una parte importante della propria storia”

Anche il presidente della Chambre Valdôtaine, Roberto Sapia, esprime, a nome del Consiglio, della Giunta e di tutta la Camera di Commercio il cordoglio per la scomparsa di Pierantonio Genestrone. “Con la sua scomparsa la Chambre, ma più in generale tutto il comparto imprenditoriale valdostano, perdono una parte importante della propria storia. Mi piace ricordarlo come un amico, ma anche come un collega sempre presente e attivo. Come Presidente, ma anche come membro di Giunta e Consigliere camerale prosegue Sapia – il suo entusiasmo, la sua energia e le sue capacità di analisi e di critica hanno rappresentato per la Camera di Commercio, fin dalla sua istituzione, una fonte di ispirazione e le hanno permesso di crescere operando costantemente a servizio delle nostre imprese. Da imprenditore e alla guida della propria Associazione di riferimento si è dimostrato un attento osservatore della realtà economica valdostana, sempre capace di cogliere le esigenze dei diversi attori economici operanti sul territorio”.

Adava: “Imprenditore e uomo di grande carisma”

“È con sincero dispiacere che apprendo della scomparsa di Pierantonio, imprenditore e uomo di grande carisma, per anni alla guida di Confcommercio Valle d’Aosta. Ricordo ancora i momenti di forte contrapposizione con l’allora presidente Adava Piero Roullet, caratterizzati sempre però dalla ricerca di un accordo e di un compromesso finale in favore delle rispettive organizzazioni e categorie rappresentate. Non credo sia un caso che entrambi ci abbiano lasciati quest’anno”. Con queste parole il presidente Adava Luigi Fosson ha espresso il cordoglio dell’associazione e di tutti i colleghi albergatori valdostani per la scomparsa di Pierantonio Genestrone.

Parole cui fanno eco quelle di Silvana Perucca – già presidente dell’Adava dal 2007 al 2013 –, che lo ricorda con affetto: “Pierantonio ci ha lasciato. Per tanti anni, lui alla guida di Confcommercio ed io dell’Adava, abbiamo lavorato insieme con un obiettivo ben delineato, uno sviluppo turistico ed economico a sostegno delle imprese da noi rappresentate e della nostra regione. Il nostro confronto è sempre stato vivace e, in alcuni periodi, lo scontro è stato aperto e mai nascosto senza tuttavia far venire meno il rispetto e la lealtà. Condividevamo lo stesso pensiero e questo ci ha portato a sviluppare una solida amicizia. Ciao Pier, che il Signore ti accolga tra le sue amorevoli braccia”. Gli imprenditori dell’ospitalità e l’associazione tutta porgono le più sentite condoglianze al figlio Gianluca, ai nipoti e a tutti i familiari.

Lavévaz: “Un punto di riferimento per i colleghi e per le istituzioni”

Questa mattina, in apertura dei lavori del Consiglio Valle, è intervenuto anche il presidente della Regione Erik Lavévaz: “Vorrei aprire queste comunicazioni con un pensiero rivolto a Pierantonio Genestrone, che ci ha lasciato ieri a 78 anni. Per quasi quarant’anni, Genestrone è stato un imprenditore capace di essere punto di riferimento per i colleghi come per le istituzioni. Per quasi quarant’anni è stato a capo di Confcommercio: insieme a lui i commercianti valdostani hanno affrontato cambiamenti radicali, accompagnando una trasformazione che ha visto la nostra regione proiettarsi verso un’epoca nuova. Le condoglianze mie e del governo vanno a tutti i familiari, gli amici e i compagni di tanti anni di lavoro all’interno della nostra comunità”.

Il Comune di Aosta ricorda Genestrone

Anche il sindaco di Aosta Gianni Nuti ed il presidente del Consiglio comunale Luca Tonino, a nome dell’Amministrazione comunale e a titolo personale, esprimono cordoglio per la scomparsa dell’ex consigliere Pierantonio Genestrone, entrato nell’Assemblea cittadina nella lista della Democrazia Cristiana nel giugno del 1980 e rimasto incarica fino al 27 aprile 1985. Ai familiari e al mondo dell’associazionismo del commercio e dei servizi vanno anche le condoglianze dell’assessora allo Sviluppo economico Alina Sapinet.

Il cordoglio della Fédération des Coopératives Valdôtaines e dell’Irecoop VdA

In un comunicato, anche il presidente Davide Casola, a nome di tutto il Consiglio di amministrazione e dei dipendenti della Fédération des Coopératives Valdôtaines e dell’Irecoop VdA, esprime alla Famiglia di Pierantonio Genestrone le più sentite condoglianze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

En souvenir
En souvenir
En souvenir

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte