Montagna e dintorni

Ultima modifica: 17 Dicembre 2018 10:48

In MTB alla scoperta di santuari e fortificazioni della Corma di Machaby

Verrès - Un'escursione alla scoperta dei territori diversificati che dalla piana di Verrès portano ai boschi di castagno che ricoprono i versanti della Corma di Machaby.

In MTB alla scoperta di santuari e fortificazioni della Corma di MachabyIn MTB alla scoperta di santuari e fortificazioni della Corma di Machaby

Anche se in inverno la natura non è rigogliosa con un occhio un po’ più attento è possibile coglierne gli aspetti caratteristici del periodo, specialmente grazie ad un itinerario che mostra una successione di ambienti diversi fra loro. L’escursione proposta vuole proprio accompagnare alla scoperta dei territori diversificati che dalla piana di Verrès – con i suoi ambienti tipici della piana alluvionale lungo Dora fatti piccoli boschi ripari e ampi prati e coltivi – portano ai boschi di castagno che ricoprono i versanti della Corma di Machaby.

Lasciata l’auto al parcheggio della stazione di Verres prendere a destra Rue des Alpes e all’incrocio seguire le indicazioni del segnavia giallo col numero 103 in direzione Hône centro. Prima del ponte sulla Dora svoltare a sinistra sulla strada poderale che fiancheggia il fiume. Dopo poche centinaia di metri la strada si biforca, mantenete la destra seguendo le indicazioni del sentiero numero 103. Sempre con il fiume alla vostra destra proseguite pedalando sulla bella strada sterrata che costeggia gli ormai pochi residui di bosco ripario sacrificato alle attività agricole e pastorali. Superato il depuratore incontrerete due bivi: ignorate il primo e in corrispondenza del secondo continuate dritto abbandonando il sentiero numero 103. Dopo un breve tratto il tracciato si discosta dal fiume per addentrarsi nei prati e raggiungere la ferrovia che occorre fiancheggiare per alcune centinaia di metri. Oltrepassati i sottopassi di ferrovia e autostrada raggiungerete la rotonda sulla strada statale 26 all’altezza di Arnad, superatela e procedete verso il centro paese. Seguite nuovamente il segnavia n. 103 e attraversate il borgo fino alla frazione Ville dove, in corrispondenza del bivio contraddistinto da una piccola cappella votiva, lasciate il percorso 103 e continuate dritto in direzione del Santuario di Machaby (segnavia giallo n°5).

Di qui la strada inizia a salire e il percorso si addentra in un piccola valletta solcata dal Torrent de Va e caratterizzata dalla presenza di un bel bosco di castagno. Lungo la salita, sulla sinistra, è possibile ammirare Château Vallaise, sontuosa dimora dell’omonima famiglia di Arnad. Seguite la strada asfaltata e mantenete la destra al bivio fino a raggiungere l’imbocco del percorso che conduce al Santuario e al Forte Lucini (segnavia giallo n°4). Da qui la salita si fa più impegnativa ma vi troverete a pedalare sul lastricato della strada militare costruita nella prima metà dell’800 per collegare le fortificazioni di supporto al Forte di Bard. In poco più di mezzo chilometro e con un solo tornante si supera un dislivello di circa 100 metri, ma lo sforzo è ampiamente ripagato giungendo al suggestivo santuario di Notre-Dames-des-Neiges, risalente ai primi del 1500. Lo spazio antistante ospita una croce in pietra e statue di santi oltre ad una serie di edifici dedicati all’accoglienza dei pellegrini.

Proseguite seguendo la strada militare che in poche centinaia di metri vi porta al Forte Licini, oggi convertito in ostello, e al pittoresco villaggio di Machaby. Vi consigliamo di addentrarvi a piedi fra le vecchie case per ammirare particolari architettonici ancora ben conservati e fare una breve passeggiata per raggiungere il punto panoramico sulla Corma di Machaby da dove è possibile ammirare il fondovalle.

Nuovamente in sella ripercorrete l’itinerario dell’andata fino al municipio di Arnad dove tenete la destra verso Arnad le Vieux. Pedalate fra le case fino alla frazione Sisan dove troverete nuovamente le indicazioni del segnavia giallo n° 103 che occorre seguire per giungere all’antico torchio vinario in frazione Clos de Barme. Superato il torchio al bivio lasciare il percorso n. 103 e svoltare a destra in direzione di Verres. Seguite la strada sterrata che si addentra nei prati alla base delle pareti del Mont de Carogne. Giunti alla Centrale vi trovate a pedalare per poche centinaia di metri sulla S.S. 26 e alla rotonda prendete in direzione Issogne e al bivio svoltate a destra per tornare al punto di partenza.

Percorsi Alpini propone questa escursione in sella a biciclette a pedalata assistita su prenotazione.

Livello di difficoltà: TC (ciclo-escursionistico)

Tempo di percorrenza: Mezza giornata.

Info e prenotazioni    344 293 4602

www.percorsialpini.com – info@percorsialpini.com

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>