Un, due, tre stella!

Fomalhaut, la stella solitaria

La stella Fomalhaut, nella costellazione del Pesce Australe Fonte: NASA, ESA, and the Digitized Sky Survey 2. Acknowledgment: Davide De Martin (ESA/Hubble) https://www.spacetelescope.org/images/heic0821f/
Nus - Fomalhaut è forse la stella autunnale per antonomasia. È l’unica stella di prima grandezza tra quelle tipiche del cielo autunnale, occupando la diciottesima posizione nella classifica degli astri più luminosi del cielo notturno visibili a occhio nudo.
di Osservatorio Astronomico della Valle d'Aosta
Un, due, tre stella!

Il Triangolo estivo e il futuro che non è scritto

L’asterismo del Triangolo estivo è composto dalle tre stelle brillanti Vega (a sinistra, in alto), Deneb (a sinistra, a metà altezza) e Altair (appena sotto il centro dell’immagine). Crediti: Akira Fujii https://www.spacetelescope.org/images/heic0720c/
Nus - Osservando il cielo in questo scorcio finale della bella stagione, spicca il Triangolo estivo, già alto al tramonto nella regione di cielo all’incirca sopra la nostra testa. Si tratta di un asterismo, cioè di un disegno fatto con le stelle che non è però stato codificato nelle moderne costellazioni.
di Osservatorio Astronomico della Valle d'Aosta
Un, due, tre stella!

Vega, la top model delle stelle

Vega, la stella più brillante della costellazione della Lira Crediti: Francisco José Sevilla Lobato / S&T online photo gallery https://skyandtelescope.org/online-gallery/vega-alpha-of-lyrae/
Nus - Vega è stata la prima stella del cielo notturno a venire fotografata, nella notte tra il 16 e il 17 luglio 1850, cioè 170 anni fa esatti quest’anno
di Osservatorio Astronomico della Valle d'Aosta
Un, due, tre stella!

Antares, il rosso cuore dello Scorpione

: L’immaginario disegno della costellazione dello Scorpione con la stella Antares Crediti: © Akira Fujii/David Malin Images https://www.abc.net.au/science/starhunt/images/slideshow/Scorpius/scorpius_02.jpg
Nus - La stella più brillante dello Scorpione, Antares, è una supergigante rossa. Il colore di una stella dipende dalla temperatura del gas, soprattutto idrogeno, che compone i suoi turbolenti strati esterni.
di Osservatorio Astronomico della Valle d'Aosta
Un, due, tre stella!

Arturo, il pezzo grosso del nostro vicinato galattico

La costellazione di Boote con la brillante stella Arturo (in basso, al centro)
Nus - Nell'attesa di riaprire al pubblico, i ricercatori dell'Osservatorio Astronomico ci danno un suggerimento per l’osservazione casalinga del cielo. Oggi si va alla scoperta di Arturo, “il guardiano dell’orsa”, la stella gigante arancione circa 25 volte più grande del Sole.
di Osservatorio Astronomico della Valle d'Aosta
Un, due, tre stella!

Buon compleanno Hubble Space Telescope!

Hubble Space Telescope ripreso dallo Space Shuttle Columbia nel 2002, mentre orbita attorno alla Terra dopo la servicing mission SM3B - Credit: NASA/ESA https://spacetelescope.org/images/s109e5705/
Sono trent’anni che HST scruta l’universo dalla sua posizione privilegiata. Ottiene immagini più nitide e misure più precise della maggior parte dei telescopi terrestri. Il suo segreto è un altro: trovandosi sopra la maggior parte dell’atmosfera terrestre, non risente del disturbo dovuto alla turbolenza atmosferica, che confonde la visione degli astri che abbiamo dalla superficie del nostro pianeta.
di Osservatorio Astronomico della Valle d'Aosta
Un, due, tre stella!

La Super Luna del 2020

La Luna piena ripresa il 9 marzo 2020 da Universal, Orlando, Florida, USA Credit: Brent http://www.spaceweathergallery.com/indiv_upload.php?upload_id=159876
Aosta - Tra martedì 7 e mercoledì 8 aprile sarà la notte della Super Luna più super di tutto il 2020. Sarà possibile osservare una Luna piena assai prossima al perigeo, a circa 357.035 km dalla Terra.
di Osservatorio Astronomico della Valle d'Aosta
Un, due, tre stella!

Sirio, la stella sfavillante

Il colore cangiante di Sirio è dovuto alla rifrazione atmosferica. L’immagine presenta una sequenza di diverse riprese della stella, realizzate in rapida successione con un tempo di esposizione di 1/320 di secondo. Credit: Amanda Cross https://earthsky.org/todays-image/photo-sirius-in-many-colors
Nus - Il cielo invernale ci regala tanti motivi per osservarlo, sia a occhio nudo da casa nostra (lampioni permettendo!), sia con i telescopi dell’Osservatorio astronomico della Regione autonoma Valle d’Aosta messi a disposizione dei partecipanti alle visite guidate a Saint-Barthélemy, con l’attenta supervisione dei ricercatori e degli operatori del nostro centro di ricerca e cultura scientifica.
di Osservatorio Astronomico della Valle d'Aosta
Un, due, tre stella!

Betelgeuse, la stella fantasma?

Betelgeuse a dicembre 2019, a destra, appare nettamente meno brillante rispetto a febbraio 2016, a sinistra [B. Ottum]
Nus - Gli studiosi ritengono che stia per esplodere come supernova, un gigantesco botto cosmico capace di produrre in un istante fatale miliardi di volte l’energia del Sole. Quando esploderà?
di Osservatorio Astronomico della Valle d'Aosta