Lupi a Brissogne, Coldiretti: “Episodi sempre più frequenti e preoccupanti”

Sulla presenza del lupo e la difficile convivenza con l'uomo, Coldiretti Valle d'Aosta chiede al mondo politico regionale la massima attenzione e l’apertura di un confronto serio sul futuro dell’allevamento valdostano.
Branco lupi filmato a Gran Brissogne
Altro

Per Coldiretti l’avvistamento e il filmato del branco di lupi girato lo scorso sabato in frazione Ayettes a Grand Brissogne  non può passare sotto silenzio.

“Gli episodi di questo tipo sono sempre più frequenti” sottolineano con preoccupazione Alessio Nicoletta e Elio Gasco, Presidente e Direttore di Coldiretti Valle d’Aosta”. Dalle immagini, che hanno fatto il giro del web, si vedono i predatori avvicinarsi pericolosamente ad alcuni manzi al pascolo in un recinto che, impauriti, iniziano a correre.

“La diffusione sempre più massiccia di questo predatore rischia di minare l’economia rurale della nostra regione” spiegano ancora Nicoletta e Gasco – “perché di base rende molto complicato e scoraggia il lavoro degli allevatori valdostani e il loro prezioso ruolo ambientale, sociale ed economico a salvaguardia dei territori in cui vivono”.

“L’approvazione all’unanimità del disegno di legge sul lupo avvenuta a maggio scorso ha evidenziato in modo inequivocabile come la problematica di convivenza tra il lupo e le attività di allevamento e agricole, minacciate e lese dagli attacchi del predatore, non sia più solo appannaggio del mondo agricolo, ma una priorità a difesa del sistema montagna nel suo complesso” sottolineano ancora Alessio Nicoletta ed Elio Gasco.

Coldiretti chiediamo pertanto al mondo politico regionale la massima attenzione e l’apertura di un confronto serio sul futuro dell’allevamento valdostano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati