Allo Splendor il concerto “Augusta Praetoria Salassorum”

Sabato 21 dicembre alle 21 al teatro Splendor di Aosta è in programma il concerto del Quartetto Ex Novo: Augusta Praetoria Salassorum - Paesaggi sonori di una città secolare
Augusta Praetoria Salassorum Quartetto Ex Novo

Si intitola Augusta Praetoria Salassorum, il concerto in programma sabato 21 dicembre 2019 alle 21 al teatro Splendor di Aosta.
Organizzato con il sostegno del Consiglio regionale, l’evento ha come protagonisti il pianista aostano David Cerquetti e il Quartetto Ex Novo. Il progetto musicale orbita intorno alla composizione che Cerquetti ha realizzato per celebrare il “compleanno” di Aosta. Fondata nel 25 a.C. proprio nel giorno del solstizio d’inverno.

Il programma del concerto è diviso in due parti: la prima è articolata su cinque brani composti da Cerquetti. “La mia imperfezione”, “Fuga a 4 voci in do minore”, “Cronache di primavera”, “Augusta Praetoria Salassorum” e “Freedom”. La seconda parte è invece consacrata al “Quatuor à cordes” di Maurice Ravel.

Dopo gli studi pianistici all’Istituto musicale pareggiato della Valle d’Aosta, David Cerquetti ha proseguito la propria formazione al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, dove ha studiato composizione sotto la guida dei Maestri Marco Tutino e Paolo Tortiglione. La sua ricerca artistica si spinge verso la multimedialità, con una particolare attenzione all’immagine. Tra le sue composizioni ci sono colonne sonore per spettacoli teatrali, cortometraggi ed esperienze pensate per il videomapping. Tra i suoi progetti c’è “Anima Energia”, realizzato in collaborazione con il pattinatore olimpionico Matteo Rizzo. Il punto di arrivo è stato il videoclip musicale pubblicato su YouTube con oltre 100mila visualizzazioni.

Il Quartetto Ex Novo (Carlo Lazari e Annamaria Pellegrino al violino, Paola Carraro alla viola e Carlo Teodoro al violoncello) si è costituito nel 1987 nell’ambito del più vasto Ex Novo Ensemble di Venezia. Gruppo attivo nel campo della musica contemporanea.

La lunga esperienza concertistica in festival italiani ed europei si è tradotta anche in molte opere eseguite in prima esecuzione assoluta, tra le quali spicca un quartetto giovanile di Bruno Maderna eseguito postumo a Venezia nel 1989. L’ensemble ha registrato per Ricordi l’8° Qquartetto di Gian Francesco Malipiero, il Quartetto del 1955 di Bruno Maderna per Stradivarius e il Quartetto op.17 di Giovanni Sgambati per ASV.

L’ingresso al concerto è libero.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.