“C’est une chanson…..pour toi”, una rassegna di canto corale

“C’est une chanson.....pour toi”, sabato 5 novembre alle 17.30 presso la biblioteca di Saint-Christophe, la rassegna di canto corale organizzata dalle Dames de la ville d'Aoste. Con loro, sul palco, anche il coro “Giovani Cantori - Accademia Vocale di Genova”.
Dames de la Ville dAoste Cest une chanson pour toi

Le “Dames de la ville d’Aoste” presentano la rassegna “C’est une chanson…..pour toi”, giunta ormai alla sesta edizione, che si svolgerà sabato 5 novembre alle 17.30 presso la Salle des Conférences della biblioteca comunale di Saint-Christophe. Quest’anno l’occasione sarà utilizzata per ricordare la storica direttrice del coro, Alearda Parisi Pettena, a dieci anni dalla sua scomparsa. Le Dames e la loro maestra, Barbara Grimod, saranno affiancate dai “Giovani Cantori – Accademia Vocale di Genova”, una formazione di adolescenti provenienti dal Coro di voci bianche dei Piccoli Cantori dell’Accademia vocale di Genova, diretti dalla maestra Roberta Paraninfo.

“Alearda è stata per le Dames e per tutta la coralità valdostana pura poesia, le sue mani erano capaci di disegnare le note nell’aria ed il suo corpo riusciva a trasmettere la gioia della musica. Cantare per lei e con lei è senz’altro il modo più bello per ricordarla”. Come si legge nel comunicato stampa, il coro ha deciso di dedicare la rassegna alla storica direttrice, omaggiando la sua passione per la musica.

Come da tradizione il coro partecipante riceverà, a ricordo della serata, un’acquaforte con disegno originale realizzato appositamente per l’occasione, creato dall’artista valdostano Franco Grobberio. L’ingresso alla rassegna “C’est une chanson…..pour toi” è libero.

Locandina Rassegna Cest une chanson pour toi
Locandina Rassegna – “C’est une chanson pour toi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte