Festa del papà: sconti, cultura e giochi

Questa domenica 19 marzo è il giorno della festa del papà. Per l'occasione i papà con i loro bimbi potranno visitare il percorso di Aosta archeologica, i castelli regionali e il Forte di Bard con un biglietto ridotto.
Festa del papà

In occasione della Festa del Papà, i siti archeologici di Aosta e i castelli regionali accoglieranno tutti i papà in compagnia dei figli offrendo l’ingresso a prezzo ridotto, oltre alla promozione under 25 che prevede l’ingresso gratuito in tutti i siti culturali regionali per la fascia d’età 0-25. I siti che propongono questa offerta sono: tutti i luoghi di Aosta archeologica (Criptoportico, Teatro Romano, Chiesa paleocristiana di San Lorenzo e Museo Archeologico), i Castelli regionali (Aymavilles, Sarre, Saint-Pierre, Gressoney, Fénis, Issogne, Verrès e il Gamba di Châtillon). La prenotazione è consigliata e si può effettuare attraverso l’apposito sito.

Ma non è finita qui: anche al Forte di Bard si festeggia la Festa del Papà e per celebrare l’ultimo giorno dell’esposizione Regen’Art, in collaborazione con Cogne Acciai Speciali, si propone un’intera giornata all’insegna di indovinelli ed enigmi, alla scoperta degli animali che in questi mesi hanno invaso la fortezza. Dalle 10.00 alle 16.00 di domenica 19 marzo 2023 sarà possibile ritirare presso le biglietterie del Forte la scheda-gioco da compilare e che riconsegnata al termine della visita, permetterà di ricevere una sorpresa in omaggio. In occasione della ricorrenza il Forte di Bard riconoscerà l’ingresso ridotto alla mostra “Bestiacce!… e altri animali” a tutti i papà che si presenteranno alle casse con i figli. Non occorre prenotare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte