Miriam Colognesi in mostra con “L’autre portrait. Le jeu”

Venerdì 26 maggio alle 18 presso la Chiesa di San Lorenzo ad Aosta sarà presentata la mostra di Miriam Colognesi “L’autre portrait. Le jeu” che esplora il concetto di memoria storica combinando fotografia, pittura e ricerca d'archivio.
Miriam Colognesi in mostra alla Chiesa di San Lorenzo

Pittura e fotografia, ricerca storica e archivistica sono le basi della mostra Miriam Colognesi. “L’autre portrait. Le jeu” che sarà inaugurata venerdì 26 maggio alle 18 negli spazi della Chiesa di San Lorenzo di Aosta. Si tratta di un progetto di ricerca dell’artista Miriam Colognesi che rappresenta, attraverso i simboli e le immagini dei tarocchi, una memoria storica ricomposta, un mosaico di idee e colori in cui una sezione è dedicata ad Aosta.

L’interazione tra immagini e documenti antichi crea una sorte di Atlante della memoria, in particolare, per quanto riguarda le carte dedicate ad Aosta, è centrale l’utilizzo dell’antico manoscritto di Nicolas Claude, De universo terrarum orbe, 1662 (Aosta, Biblioteca regionale Bruno Salvadori) rende preziose e uniche le opere d’arte contemporanee realizzate dall’autrice. Questa mostra arricchisce un percorso di studio e ricerca archivistica di fotografie e immagini iniziato da alcuni anni fa e che ha coinvolto nel tempo fondi pubblici e privati degli archivi di Émarèse (Valle d’Aosta), Melpignano (Puglia) e El Masnou (Catalunya).

“Miriam Colognesi si cimenta con un tema denso, densissimo e lo arricchisce ulteriormente di riferimenti: parte dal ritratto fotografico storico è associato a documenti d’archivio, ne ridisegna i confini in un gioco di specchi. Semplificando potremmo affermare che Miriam Colognesi compie una scelta molto precisa, quella di indagare attraverso un personale registro espressivo il tema della memoria individuale e collettiva” sottolinea la curatrice Daria Jorioz.

Miriam Colognesi in mostra con “L’autre portrait. Le jeu”
Miriam Colognesi in mostra con “L’autre portrait. Le jeu”

Il progetto espositivo è arricchito da un video di Luca Bich e da un catalogo edito dalla Tipografia Duc con testi di Valeria Bianchi Mian, Omar Borettaz e Daria Jorioz, in vendita in mostra. L’esposizione è stata realizzata dalla Struttura Attività espositive e promozione identità culturale ed è curata da Daria Jorioz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte