“Modernismo: memoria, mito, narrazione”, tornano i Rencontres de l’Archet

Dal 12 al 17 settembre la Tour de l’Archet di Morgex ospiterà il seminario residenziale di alta formazione organizzato annualmente dalla Fondazione Natalino Sapegno, giunto alla sua 29ª edizione. Le lezioni, aperte a tutte le persone interessate, saranno tenute dai maggiori specialisti di Eliot, Joyce, Proust, Blok, Esenin, Pirandello, Kafka, Valéry, Montale, Rilke e Woolf.
Tour de l'Archet, sede della Fondazione Natalino Sapegno

Dal 12 al 17 settembre la Tour de l’Archet di Morgex ospiterà le Rencontres de l’Archet, seminario residenziale di alta formazione organizzato annualmente dalla Fondazione Natalino Sapegno, giunto alla sua ventinovesima edizione.

Trentacinque i dottorandi in discipline umanistiche provenienti da atenei italiani, francesi, svizzeri e belgi, ospiti della Fondazione per l’intera settimana e segnalati dai coordinatori delle rispettive scuole di dottorato per i loro particolari meriti scientifici e per l’affinità tra le loro ricerche e i temi affrontati nel seminario, che quest’anno sarà incentrato sul tema Modernismo: memoria, mito, narrazione.

Le lezioni del seminario, aperte anche a tutte le persone interessate, saranno tenute dai maggiori specialisti di Eliot, Joyce, Proust, Blok, Esenin, Pirandello, Kafka, Valéry, Montale, Rilke. Due le lezioni dedicate a Proust, nel centenario della scomparsa e dell’uscita, nello stesso torno di tempo, della Recherche: giovedì 15 Alessandro Piperno, che ha dedicato allo scrittore un volume appena edito da Mondadori, terrà un intervento su Un secolo di Marcel Proust; sabato 17 sarà la volta di Massimo Stella, che terrà una lezione su Venezia infera tra Sodoma e Gomorra.

Il seminario si concluderà con la Giornata Sapegno 2022, in occasione della quale verrà conferito il Premio di Storia letteraria Natalino Sapegno alla professoressa Nadia Fusini, docente di Letteratura inglese e di Letterature comparate, ma anche traduttrice, scrittrice, critica letteraria. Sabato 17 Nadia Fusini, fra le più importanti studiose di Virginia Woolf, terrà una lectio magistralis su Virginia Woolf, la stella del modernismo.

Poiché i posti disponibili in sala sono limitati, per partecipare in presenza le persone interessate sono invitate a contattare gli uffici della Fondazione Sapegno telefonando al numero 0165 235979 o scrivendo una mail all’indirizzo segreteria@sapegno.it.

Tutte le sessioni del seminario comunque potranno essere seguite anche attraverso la piattaforma Teams previa iscrizione tramite il gestionale della Fondazione: https://www.sapegno.it/evento/rencontres-de-larchet-2022/.

L’iniziativa seminariale è organizzata con il sostegno del Ministero della Cultura, della Fondazione Compagnia di San Paolo e della Fondazione Crt.

Il programma

Lunedì 12 settembre

9.30 – Indirizzi di saluto e introduzione ai lavori

Piero BOITANI
Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Eliot, Joyce e gli altri del ’22. Parte prima

11.00 – pausa

11.15 – seconda parte della lezione

presentazione dei dottorandi iscritti e dibattito

15.00 – Maria Teresa GIAVERI
Università degli Studi di Torino

Paul Valéry: «Faire un poème est un poème»

16.15 pausa

16.3 –  Federica BARBONI
Università di Verona – Université de Fribourg

Il Baudelaire dei modernisti. Fortuna di Le Voyage

Tutor: Maria Teresa GIAVERI

16.55 – dibattito

Martedì 13 settembre

9.30 – Beatrice ALFONZETTI
Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Il teatro di Pirandello fra Sterne e Shaw

10.45 – pausa

11.00 – dibattito e visita della Tour de l’Archet

15.00 – Emilia DI ROCCO
Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Rainer Maria Rilke: tradizione e modernismo

16.15 – pausa

16.30 – Elena SANTAGATA
Università di Venezia

Dal ‘metodo narrativo’ al ‘metodo mitico’  nella poesia del primo Novecento

Tutor: Piero BOITANI

16.55 – dibattito

Mercoledì 14 settembre

9.30 – Rita GIULIANI
Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Blok e Esenin, due itinerari poetici tra miraggi, ebbrezza e romanze zigane

10.45 pausa

11.00 – Elena GRAZIOLI
Università di Pisa

Memoria di Beatrice: il mito e la sua narrazione nel modernismo

Tutor: Donato PIROVANO

11.25 – dibattito

Pomeriggio libero

Giovedì 15 settembre

9.30 – Alessandro PIPERNO
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Un secolo di Marcel Proust

10.45 – pausa

11.00 – Enrico PALMA
Università di Catania

Due miti della Recherche

Tutor: Alessandro PIPERNO

11.25 – dibattito

15.00 – Luca CRESCENZI

Università degli Studi di Trento

Tempo, spazio e immagine nella narrativa di Kafka

16.15 – pausa

16.30 – Beatrice BERSELLI
Università di Verona

La rivisitazione del genere epico in Berlin Alexanderplatz (1929): l’Erlebnis metropolitano nella Berlino di Döblin come metafora di un’Odissea moderna

Tutor: Luca CRESCENZI

16.55 – dibattito

Venerdì 16 settembre

9.30 – Giorgio FICARA
Università degli Studi di Torino

Montale inclusivo

10.45 pausa

11.00 – Angelo CAMPANELLA
Università di Palermo

Sciascia e Savinio: intelligenza, antifascismo e metafisica

Tutor: Giorgio FICARA

11.25 – dibattito

15.00 – Piero BOITANI
Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Eliot, Joyce e gli altri del ’22. Parte seconda

16.15 – pausa

16.30 – conclusione della lezione e dibattito

Sabato 17 settembre

GIORNATA SAPEGNO 2022

9.30 Lectio magistralis di Nadia FUSINI
Scuola Normale Superiore, Pisa

Virginia Woolf, la stella del modernismo

Interventi di:

Massimo STELLA
Università degli Studi Ca’ Foscari, Venezia

Venezia infera tra Sodoma e Gomorra

Piero BOITANI
Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Ash on an old man’s sleeve: la poesia dei Quattro quartetti

Conferimento alla professoressa Nadia FUSINI del

Premio di storia letteraria Natalino Sapegno 2022

Laudatio di Piero BOITANI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.