Saison Culturelle, Viola Ardone presenta Oliva Denaro

Viola Ardone protagonista del secondo appuntamento giovedì 9 dicembre alle ore 20.30 al Teatro Splendor della Saison Culturelle Littérature.
Viola Ardone - foto di Basso Cannarsa

Secondo appuntamento giovedì 9 dicembre alle ore 20.30 con la Saison Culturelle Littérature. Dopo Maurizio De Giovanni sul palco dello Splendor con il curatore della rassegna, il giornalista Alessandro Mano, salirà Viola Ardone. 

Arrivata al successo con “Il treno dei bambini”, caso letterario pubblicato per Einaudi Stile Libero nel 2019, in corso di traduzione in 30 lingue, che diventerà presto un film, Viola Ardone torna con la storia di formazione di una ragazza che vuole essere libera in un’epoca in cui nascere donna è una condanna.

Il suo ultimo lavoro narrativo, Oliva Denaro, ci porta in una Sicilia rurale dei primi Anni 60, dove alle donne è chiesto di rigare dritto e restare onorate, altrimenti aspetta loro una vita da “sbrigugnata”, come sentenziano le “maleforbici” che sagomano i costumi della comunità. Un pomeriggio d’estate, Oliva viene rapita, per cinque giorni nascosta in un casolare, stuprata da quel “malacarne” di Pino Paternò, il figlio dello strozzino con cui aveva ballato una sera in piazza. In quell’Italia contadina e molto povera non era certo il primo tra i corteggiatori respinti che si metteva a escogitare il ratto. Il sequestro poteva essere anche uno stratagemma concordato con la famiglia della futura sposa. Ma Oliva non aveva concordato un bel nulla. E nonostante il parere favorevole di don Ignazio e del maresciallo, alla proposta di “paciata” avanzata dai Paternò gira letteralmente i tacchi, mettendo il suo dolore al servizio delle altre donne. Nelle traversie di Oliva non è difficile scorgere il gran rifiuto di Franca Viola, la prima donna che disse no al matrimonio riparatore denunciando il suo sequestratore, ma la storia quella narrata, per molti aspetti ci riporta all’oggi, allo sguardo malevolo verso le vittime di molestia, ai processi per stupro che colpevolizzano chi denuncia, a una condizione femminile mai completamente libera “dal peso di essere donna”.

Viola Ardone è nata a Napoli nel 1974; insegna Latino e Italiano al liceo. Tra i suoi romanzi, “La ricetta del cuore in subbuglio” (2013) e “Una rivoluzione sentimentale” (2016), entrambi editi da Salani.

Nella mattina del 10 dicembre 2021, nel quadro delle iniziative rivolte alle scuole, è previsto un incontro tra l’autrice e gli studenti della scuola secondaria. Le copie dei libri Oliva denaro e Il treno dei bambini saranno acquistabili a teatro la sera dell’incontro e l’autrice a fine serata sarà disponibile ad autografarle.

Il Teatro aprirà indicativamente 45 minuti prima dell’incontro e gli spettatori devono presentarsi muniti di Super green pass, di un documento di identità valido e con la mascherina almeno chirurgica (con divieto di usare mascherine di comunità) che deve essere indossata per tutto il tempo di permanenza all’interno del Teatro e durante l’incontro.

La prenotazione è obbligatoria. Si deve inviare una mail all’indirizzo saison@regione.vda.it indicando nell’oggetto il nome dell’autrice e all’interno della mail i nominativi di coloro che sono interessati a partecipare, unitamente alla data di nascita e al n. di cellulare.

Alle ore 12 del giorno precedente l’incontro saranno chiuse le prenotazioni. Eventuali posti ancora liberi saranno resi disponibili per chi si presenterà a teatro il giorno dell’incontro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.