12enne in una scarpata in moto, indagato il proprietario del mezzo

Si tratta del padre di un amico della vittima. Nella ricostruzione dei Carabinieri, i due ragazzi avevano preso di nascosto la moto, per andare a fare un giro. L’ipotesi di reato è di lesioni gravi colpose.
Il tribunale di Aosta
Cronaca

Sono chiuse le indagini della Procura di Aosta sull’incidente in cui, lo scorso 23 ottobre, un 12enne si era gravemente ferito finendo in una scarpata a La Thuile, in sella ad una moto da trial. L’ipotesi di reato formulata è di lesioni gravi colpose e viene contestata dal pm Giovanni Roteglia al padre di un amico del ferito, proprietario del motociclo.

Nella ricostruzione dei Carabinieri della locale stazione, i due ragazzi avevano preso di nascosto il mezzo per andare a fare un giro. In località Cretaz, lungo una strada poderale, il 12enne aveva perso il controllo, uscendo dalla carreggiata e cadendo nel dirupo per circa un centinaio di metri, superando oltretutto un salto di rocce.

All’ospedale di Aosta, dove il ragazzo era stato elitrasportato, i medici avevano riscontrato un serio trauma cranico. Dopo alcuni giorni in rianimazione, il paziente era stato trasferito all’ospedale Gaslini di Genova, dove si trova tuttora ricoverato in prognosi riservata. L’indagato, ricevuto l’avviso di chiusura delle indagini, ha ora la possibilità, tra l’altro, di farsi interrogare dal pm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati