Al traforo del Gran San Bernardo scoperti quest’anno 35mila euro non dichiarati

Erano nascosti tra i bagagli, sulle auto e nei vestiti delle persone in transito alla frontiera tra Italia e Svizzera, controllate dall'Agenzia Dogane e Monopoli e dalla Guardia di finanza. Riscontrate anche altre violazioni.
La valuta scoperta nei controlli.
Cronaca

Valuta non dichiarata per 35mila euro. A scoprirla, nei controlli svolti nei primi mesi del 2021 al traforo del Gran San Bernardo (confine tra Italia e Svizzera), i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli, in collaborazione con i militari della Guardia di finanza.

Le banconote erano occultate tra i bagagli delle persone, nei vestiti e nelle auto sottoposte a verifica. Tutti i trasgressori hanno scelto di avvalersi della possibilità di poter pagare, sul momento, la sanzione amministrativa minima.

Dai controlli sono poi emerse anche altre violazioni, culminate nel sequestro di “hashish” e di un centinaio di sigari destinati al contrabbando e di una mannaia (in quest’ultimo caso è scattata la segnalazione alla Procura di Aosta, competente per territorio), nonché nel rinvenimento di assegni senza luogo e data di emissione, che sono stati assoggettati a imposta di bollo.

“I risultati raggiunti – si legge in una nota – dimostrano l’efficacia del lavoro dell’Agenzia dogane e monopoli e della Guardia di finanza che operano in totale sinergia ai valichi di confine e sono prova del costante impegno volto a garantire il rispetto della normativa doganale e unionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca