Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 16 Agosto 2018 10:58

Alpini in lutto per la morte del maresciallo che amava la divisa, la storia e la musica

Aosta - Francesco Marchesani, sottufficiale al Centro Addestramento Alpino, è stato stroncato ieri, mercoledì 15 agosto, da una malattia. Lascia la compagna e tre figli. I funerali dopodomani, venerdì 17, nella chiesa di Maria Immacolata.

Il maresciallo Marchesani, in una delle numerose foto pubblicate su Facebook in queste ore.

Dolore e commozione ha suscitato, in Valle, la morte di Francesco Marchesani, primo maresciallo degli Alpini, di origini abruzzesi, ma in servizio per lungo tempo al Centro Addestramento Alpino. L'uomo è stato stroncato ieri, mercoledì 15 agosto, da una malattia, all’ospedale “Parini” di Aosta. Aveva 52 anni.

Numerosi, in queste ore, sui social e non solo, i messaggi di cordoglio e i ricordi di amici e colleghi. Da chi evoca pagine di vita militare – sottolineando “indossavi l’uniforme con orgoglio”, o soffermandosi sulla “tua passione per la storia e per il 4° Alpini” (Marchesani si era occupato anche del Sacrario allestito nella caserma “Testafochi”) – a chi riaccende memorie legate alla musica (più d’uno gli ha dedicato “buon viaggio” sulle ali degli “Aironi Neri” dei Nomadi), o al modellismo (“incontri fino a notte fonda a parlare di zimmerit o di Rlm, o di altre cose incomprensibili ad un estraneo”).

Su tutto, però, per chi lo ha conosciuto era “sempre sorridente e disponibile”, una persona “di quelle che raramente incontri nella vita”. Il sottufficiale lascia la compagna Sara, i figli Martina, Nicolò e Gabriele, la sorella Carmelina e il fratello Gianluca. I funerali si terranno dopodomani, venerdì 17 agosto, nella chiesa di Maria Immacolata, a pochi passi dalla caserma in cui, ogni mattina, il primo maresciallo Marchesani si presentava sugli attenti e con l’uniforme in perfetto ordine.

Tag:

6 commenti su “Alpini in lutto per la morte del maresciallo che amava la divisa, la storia e la musica”

  • Ciao Francesco, la Tua disponibilità, il tuo sorriso e le tue capacità rimarranno sempre nei nostri cuori. Le miè condoglianze hai familiari tutti.
    Angelo R.

  • Ho avuto il privilegio di conoscerlo lo scorso anno in Pasubio. Persona straordinaria, Alpino tutto d’un pezzo ! Ci mancherai Francesco!

  • Domenico Russo says:

    I suoi cazziatoni erano a dir poco poetici.
    Una di quelle rare persone che con la saggezza degli anni ti rendi conto di quanto saresti stato fortunato ad apprendere ed assimilare l’amor di patria
    Se solo le carriere sarebbero state più compatibili.
    Mai come in questo caso ci azzecca il detto : Son sempre i migliori che se ne vanno.
    Addio capo……grazie di tutto.

  • siamo stati insieme al Liceo a Chieti in Abruzzo, ed è stato per me un amico schietto e sincero. Sarà sempre nei miei ricordi, un saluto UgoLP

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>