Alpinista precipita sul Monte Bianco e muore in un crepaccio

La vittima è un francese di una trentina d'anni, residente in Alta-Savoia. Stava procedendo con un compagno e si trovava in prossimità della vetta, quando è scivolato ed è caduto per un centinaio di metri.
L'elicottero del Soccorso Alpino Valdostano
Cronaca

E’ un francese – Florian Saillard, 30 anni, residente vicino Annecy –  la vittima dell’incidente avvenuto nella mattinata di oggi, domenica 13 settembre, sulla via normale delle Grandes Jorasses al Monte Bianco. Secondo quanto ricostruito sinora, l’uomo era ad un centinaio di metri dalla vetta, intento a procedere con un compagno (anch’egli d’oltralpe), per raggiungere un punto dove si sarebbero lanciati con i parapendii che portavano sulla schiena, quando ha probabilmente perso un appoggio ed è precipitato.

I due non erano legati e lo scalatore caduto è finito su un salto di roccia da un centinaio di metri, quindi in un crepaccio, dove lo ha recuperato senza vita il Soccorso Alpino Valdostano, a quota 3.900 metri circa. Le “Fiamme gialle”, nell’ambito degli accertamenti sull’accaduto, hanno sentito l’amico, illeso ma in stato di choc, che ha dato l’allarme dopo aver assistito all’incidente. Al fine di procedere al riconoscimento formale, la Gendarmeria francese è stata informata per l’individuazione dei familiari della vittima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca