Cronaca di Nathalie Grange |

Ultima modifica: 23 Gennaio 2019 16:47

Arrestato il consigliere regionale Marco Sorbara

Aosta - Secondo l'Agenzia Ansa è stato arrestato questa mattina nell'ambito di un’operazione anti'ndrangheta condotta dai Carabinieri del Gruppo Aosta e del Raggruppamento Operativo Speciale.

Consiglio regionale 26 giugno 2018 - Marco Sorbara

Il consigliere regionale dell’UV Marco Sorbara, secondo l’Agenzia Ansa, è stato arrestato questa mattina nell’ambito di un’operazione antindrangheta condotta dai Carabinieri del Gruppo Aosta e del Raggruppamento Operativo Speciale. I militari hanno eseguito una decina di misure cautelari, emesse su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Torino, nei confronti “di un sodalizio ‘ndranghetistico operante in Valle d’Aosta riconducibile, tra gli altri, a componenti della famiglia ‘Nirta-Scalzone’ di San Luca (Reggio Calabria) con collegamenti in Piemonte e Calabria”.

Nato il 3 maggio 1967 ad Aosta, dove risiede. Dottore commercialista, è stato eletto nel 2010 con in Consiglio comunale ad Aosta nella lista dell’Union Valdôtaine, e confermato alle elezioni del 2015. Ha ricoperto il ruolo di Assessore alle politiche sociali del Comune di Aosta dal 2010 al maggio 2018, quando è entrato in Consiglio regionale sempre nella lista dell’Uv. Dal 10 dicembre 2018 è Presidente della quarta Commissione “Sviluppo economico”.

Maggiori dettagli nel corso della giornata.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo