“Arrivati in paese pensavo di trovare Lohan lì, ma non c’era. L’ho cercato ovunque per un’ora”

Il racconto di Pascal Fromentin papà del piccolo Lohan il bimbo francese di 9 anni morto ieri sera ad Arvier cadendo in un dirupo. Il bambino, secondo la ricostruzione, avrebbe quindi vagato da solo per il bosco per un'ora prima di cadere nel vuoto.
Cronaca

Sono seduti sul muretto davanti alla camera mortuaria dov’è stato composto il corpo del piccolo Lohan Fromentin, di 9 anni, il bambino francese morto ieri sera ad Arvier cadendo in un dirupo. Mamma Helene e papà Pascal di sorreggono a vicenda, accanto a loro parenti e amici, che cercano di fare loro forza. Di aiutarli in questo tragico momento. Ma i loro occhi sono persi nel vuoto della disperazione per una morte così assurda.

Questa mattina, il padre del piccolo è stato sentito dai militari delle fiamme gialle della tenenza di Entrèves che stanno svolgendo le indagini sull’incidente. L’uomo ha raccontato agli investigatori che stavano tornando verso il paese, quando il piccolo si è messo a correre ed è sparito dalla visuale del genitore. Assieme a loro anche lo zio e il cuginetto. ‘Arrivati in paese – ha raccontato il padre ai militari – pensavo di trovare Lohan lì, ma non c’era. Ho chiesto a tutti se lo avevano visto, a quel punto ho iniziato a cercarlo ovunque per un’ora, poi sono arrivati anche i soccorritori’. Alle 18 sono iniziate le ricerche del piccolo. Poi, alle 19 una donna che si trovava a Revers e che ha visto ruzzolare qualcosa dal burrone.

Un’ora dopo, i soccorritori hanno ritrovato il corpo senza vita del piccolo Lohan. Il bambino, secondo la ricostruzione degli investigatori, avrebbe quindi vagato da solo per il bosco per un’ora prima di cadere nel vuoto. ‘E’ un dramma senza precedenti per la comunità degli emigrati valdostani’, ha commentato Jean-Batiste Pedretti, presidente dell’Union Valdotaine de Paris (associazione che riunisce i Valdostani residenti oltralpe). La famiglia Fromentin, discendente di un valdostano, Oreste Bourg, emigrato a Parigi nel 1931, risiede a Sorel-Moussel dans l’Eure-et-Loir, a 80 chilometri da Parigi, dove sarà sepolto il piccolo. Pascal e la moglie Helene assieme ai tre figli, di cui Lohan era il primogenito, trascorre ogni anno le proprie vacanze estive nella località di Planaval a pochi metri dal luogo dell’incidente.

Il magistrato ha già dato il nullaosta per il rimpatrio della salma, che avverrà domani, mentre martedì 24 agosto si terranno i funerali.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte