Capodanno “tranquillo” in Pronto soccorso: nessun ferito da botti

Quarantuno, in tutto, i pazienti presi in carico da viale Ginevra dalla mezzanotte alle 8 di stamane. Cinque i casi di abuso alcoolico, due quelli di rissa e aggressione. Nessun ferito in incidenti stradali.
Pronto Soccorso (1)
Cronaca

Per il Pronto soccorso dell’ospedale “Parini”, quella appena conclusa è stata una notte tutto sommato tranquilla. Dalla mezzanotte alle 8 di oggi, martedì 1 gennaio, sono arrivati in viale Ginevra in tutto quarantun pazienti, conseguenti anche alle 130 chiamate giunte nella stessa fascia oraria agli operatori sanitari della Centrale Unica del Soccorso.

La notizia più significativa è indubbiamente che non si sono registrati feriti a causa di petardi e “botti”, così come nessun paziente è stato trasportato in ospedale a seguito di incidenti stradali (lo scorso capodanno fu funestato dallo schianto sull’A5 che costò la vita alla giovane Federica Banfi).

Immancabili, anche se in calo rispetto al passato, gli accessi per abuso di sostanze alcooliche (cinque pazienti, di cui nessun minorenne), mentre due sono state le persone curate a seguito di altrettanti distinti episodi di rissa ed aggressione, ma in condizioni non preoccupanti. Entrambe sono già state dimesse dopo le visite di diagnostica.

Insomma, a guardarla attraverso questi numeri, la notte a cavallo dell’anno che è appena stato e quello che verrà non è vissuta a base di eccessi. Per capire il trend del resto del 2019, appuntamento al prossimo dicembre.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca