Cronaca

Ultima modifica: 25 Giugno 2019 10:52

Concorso dirigenti scolastici, il Tar boccia il ricorso di sei docenti.

Aosta - Dal 1° settembre in servizio i nuovi dieci dirigenti scolastici. In questi giorni l'assunzione a tempo indeterminato e l'assegnazione della sede.

Si erano rivolti al Tar della Valle d’Aosta, dopo non esser stati ammessi alla prova orale del corso-concorso per dirigenti scolastici. Sei docenti si sono visti però oggi bocciare il ricorso presentato, perché “infondato”.  Diversi i motivi di doglianza degli aspiranti dirigenti, tutti respinti dai giudici amministrativi. Si va dalla presunta violazione dei principi di segretezza, sicurezza, anonimato, alla scelta della Regione di affidare la predisposizione dei quesiti per l’esame scritto alla stessa Commissione di concorso anziché al Comitato Tecnico Scientifico o ancora alla presunta violazione della norma sui concorsi pubblici che impone l’estrazione di una prova di esame tra le diverse tracce predisposte e inserite ciascuna in una busta chiusa priva di segni di riconoscimento

Nell’annunciare il respingimento del ricorso, l’Assessora all’Istruzione Chantal Certan spiega in una nota di aver concluso “le operazioni di mobilità dei dirigenti scolastici attualmente in ruolo” e pertanto la Regione potrà procedere all’assunzione a tempo indeterminato e all’assegnazione della sede ai dieci nuovi dirigenti scolastici, vincitori di concorso, che prenderanno servizio dal 1° settembre 2019.

“La sentenza del TAR conferma la correttezza del lavoro svolto dalla Sovrintendenza e dalla commissione di concorso –sottolinea l’Assessora Chantal Certan – L’entrata in servizio dei dieci nuovi dirigenti scolastici è un’importante boccata d’ossigeno per la scuola valdostana. Le reggenze nell’anno scolastico appena concluso sono state numerose e hanno richiesto molta energia ai dirigenti che si sono resi disponibili a prestare la loro attività in più Istituzioni.”

2 commenti su “Concorso dirigenti scolastici, il Tar boccia il ricorso di sei docenti.”

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>