Cronaca di Silvia Savoye |

Ultima modifica: 18 Luglio 2019 18:18

Concorso straordinario docenti, il Tar boccia il ricorso di 19 insegnanti delle scuole paritarie

I docenti nell'aprile scorso erano stati ammessi, con riserva, alle prove d'esame. Ora dovranno essere depennati dalla graduatoria.

Dopo essere stati ammessi con riserva alle prove d’esame, nell’aprile scorso, arriva per 19 insegnanti delle scuole dell’infanzia e primaria paritarie l’esclusione dal concorso straordinario indetto dalla Regione.
Il Tar di Aosta ha, infatti, bocciato i due ricorsi promossi dai docenti difesi dagli avvocati Sacha Bionaz e Luca Consonni.

Nella sentenza, pubblicata oggi, il collegio presieduto da Andrea Migliozzi, sottolinea come “i requisiti di partecipazione al concorso straordinario sono stati stabiliti direttamente, e con efficacia cogente, dal legislatore statale, con l’ovvia conseguenza che l’Amministrazione scolastica regionale si è limitata a recepirli senza apportarvi alcuna modifica o integrazione”.

Inoltre i giudici ricordano come “la giurisprudenza che si è già occupata della tematica ha sottolineato come la distinzione con gli istituti scolastici paritari non appare irragionevole anche se si considera il diverso meccanismo di selezione che interessa le scuole paritarie rispetto a quelle statali, muovendo dalla considerazione che il servizio svolto presso le scuole paritarie, pur rientrando queste nel sistema nazionale di istruzione, è pur sempre svolto presso istituzioni private.”

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo