Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 11 Marzo 2021 17:02

Due “passeur” arrestati al traforo del Monte Bianco

Courmayeur - Si tratta di un 24enne kosovaro, residente in Francia, e di un 39enne macedone. Giudicati per direttissima, entrambi si sono visti infliggere dal giudice 8 mesi di reclusione, assieme ad una multa da 20mila euro.

Controlli al tunnel del Monte Bianco.

Due “passeur” sono stati arrestati dalla Polizia di frontiera, in altrettante diverse occasioni, negli scorsi giorni al traforo del Monte Bianco. Si tratta di un 24enne kosovaro, residente in Francia, e di un 39enne macedone. Entrambi sono stati colti mentre cercavano di procurare l’ingresso in territorio francese di loro connazionali.

I due uomini sono stati condotti al Tribunale di Aosta per essere giudicati con rito direttissimo: ad entrambi il giudice ha inflitto 8 mesi di reclusione, assieme ad una multa da 20mila euro. I quattro passeggeri irregolari, per parte loro, sono stati affidati all’Ufficio immigrazione della Questura per i provvedimenti di competenza.

Oltre al procedimento per il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, tutti e sei gli occupanti dei due veicoli fermati e ispezionati sono, inoltre, stati sanzionati per la violazione delle norme di contenimento del Covid-19.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo